Elezioni, la proposta: "Un contributo di 150 euro per favorire la pratica sportiva tra i giovani"

Luigi Di Placido, candidato per il consiglio comunale della Lista Civica "Cambiamo", sottolinea l'impegno del centrodestra a favore dello sport giovanile: "Contro la bulimia da telefonino servono incentivi concreti"

"Un contributo di 150 euro per favorire la pratica sportiva tra i giovani e fare di Cesena una grande palestra al servizio delle nuove generazioni". E' la proposta della coalizione di centrodestra illustrata nell'occasione da Luigi Di Placido, candidato per il consiglio comunale della Lista Civica "Cambiamo" a sostegno di Andrea Rossi.

Al grido di "meno smartphone e più vita all'aria aperta", Di Placido sottolinea l'impegno concreto del centrodestra a favore dello sport giovanile: "Un bambino che pratica sport oggi - spiega - è un adulto più sano domani. E nella nostra città, per fortuna, abbiamo tantissime associazioni sportive che svolgono la loro attività con passione ed impegno".

L'obiettivo, secondo il candidato civico, è "aiutare tutte le famiglie cesenati ad avviare i loro figli verso la pratica di una disciplina sportiva. Oltre ad avere un grande valore educativo e formativo, infatti, lo sport è il primo argine contro l'obesità nell'età evolutiva ed uno dei pochi diversivi in grado di contrastare efficacemente la bulimia da telefonino".

A tutela delle nuove generazioni, la coalizione di centrodestra propone i voucher sport, "ovvero un contributo di 150 euro all'anno per ciascun bambino dai 6 ai 12 anni che verrà corrisposto direttamente alle associazioni sportive accreditate che organizzano il corso scelto dalla famiglia".

"Lo sport - conclude Di Placido - è un vero e proprio itinerario educativo, un'occasione di crescita per i giovani che imparano a stare insieme sia quando si vince che quando si perde. Tutti i bambini cesenati, dunque, devono vivere e maturare in un contesto che favorisca l'attività sportiva. Per questo nel nostro programma abbiamo pensato anche ad incentivi per lo sport nelle scuole e a sgravi fiscali per le società che utilizzano istruttori professionali. E se andremo al governo della città organizzeremo le Giornate “Fai Sport” finanziate dal Comune per dare modo a tutte le società sportive di Cesena di promuovere, con incontri e dimostrazioni pratiche, le loro attività per la stagione successiva".

Potrebbe interessarti

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

  • Aperitivi all'aperto a Cesena: ecco la top 5

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • I 5 segreti della tintarella perfetta

I più letti della settimana

  • Non rientra a casa: i familiari lo trovano in un campo sotto un trattore senza vita

  • Travolta sulle strisce mentre porta a spasso il cagnolino: inutile la corsa al Bufalini

  • Dopo lo schianto contro una macchina agricola finisce nel fosso: muore all'ospedale

  • Lattuca alza il sipario sulla nuova giunta: ecco la squadra dei suoi assessori

  • Colpito da un malore fatale in spiaggia, muore un turista svizzero

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

Torna su
CesenaToday è in caricamento