Elezioni, la proposta: "Un contributo di 150 euro per favorire la pratica sportiva tra i giovani"

Luigi Di Placido, candidato per il consiglio comunale della Lista Civica "Cambiamo", sottolinea l'impegno del centrodestra a favore dello sport giovanile: "Contro la bulimia da telefonino servono incentivi concreti"

"Un contributo di 150 euro per favorire la pratica sportiva tra i giovani e fare di Cesena una grande palestra al servizio delle nuove generazioni". E' la proposta della coalizione di centrodestra illustrata nell'occasione da Luigi Di Placido, candidato per il consiglio comunale della Lista Civica "Cambiamo" a sostegno di Andrea Rossi.

Al grido di "meno smartphone e più vita all'aria aperta", Di Placido sottolinea l'impegno concreto del centrodestra a favore dello sport giovanile: "Un bambino che pratica sport oggi - spiega - è un adulto più sano domani. E nella nostra città, per fortuna, abbiamo tantissime associazioni sportive che svolgono la loro attività con passione ed impegno".

L'obiettivo, secondo il candidato civico, è "aiutare tutte le famiglie cesenati ad avviare i loro figli verso la pratica di una disciplina sportiva. Oltre ad avere un grande valore educativo e formativo, infatti, lo sport è il primo argine contro l'obesità nell'età evolutiva ed uno dei pochi diversivi in grado di contrastare efficacemente la bulimia da telefonino".

A tutela delle nuove generazioni, la coalizione di centrodestra propone i voucher sport, "ovvero un contributo di 150 euro all'anno per ciascun bambino dai 6 ai 12 anni che verrà corrisposto direttamente alle associazioni sportive accreditate che organizzano il corso scelto dalla famiglia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo sport - conclude Di Placido - è un vero e proprio itinerario educativo, un'occasione di crescita per i giovani che imparano a stare insieme sia quando si vince che quando si perde. Tutti i bambini cesenati, dunque, devono vivere e maturare in un contesto che favorisca l'attività sportiva. Per questo nel nostro programma abbiamo pensato anche ad incentivi per lo sport nelle scuole e a sgravi fiscali per le società che utilizzano istruttori professionali. E se andremo al governo della città organizzeremo le Giornate “Fai Sport” finanziate dal Comune per dare modo a tutte le società sportive di Cesena di promuovere, con incontri e dimostrazioni pratiche, le loro attività per la stagione successiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • Il 15enne positivo al virus, Spiaggia 23: "I dipendenti tutti negativi, trattati come appestati"

  • Grandine come piccole pesche, l'azienda agricola conta i danni: "Dopo 3 mesi chiusi non ci voleva"

Torna su
CesenaToday è in caricamento