Elezioni a Savignano, Giovannini: "Il Santa Colomba come polo di riferimento del distretto"

I servizi, operativi h12, 7 giorni su 7, mostrano dati entrambi in crescita rispetto al 2017

Filippo Giovannini pensa al futuro del Santa Colomba, uno dei luoghi simbolo per i savignanesi, "come ad un polo di riferimento fondamentale non solo per la città ma per tutto il distretto del Rubicone". "Nell’ultimo anno - ricorda il candidato al bis da sindaco - è cresciuto il numero delle prestazioni dell’ambulatorio di Osservazione e terapia che nel 2018 ha eseguito 5429 prestazioni mediche dal lunedì alla domenica e dell’Ambulatorio infermieristico che ha eseguito, nel 2018, ben 8680 prestazioni. I servizi, operativi h12, 7 giorni su 7, mostrano dati entrambi in crescita rispetto al 2017. La strada di un ulteriore potenziamento dei servizi è quella giusta e il candidato sindaco di Savignano sul Rubicone lo ha messo in agenda quale priorità per il lavoro dei prossimi cinque anni".

"Il Santa Colomba - afferma Giovannini - è per noi un motivo d'orgoglio. In questi cinque anni abbiamo investito per farlo diventare riferimento per l’intero distretto. Abbiamo spostato e ampliato la farmacia interna, avviato il percorso sulle cronicità - legato per ora al diabete - e stiamo concludendo i lavori di ammodernamento della struttura per raddoppiare i posti letto per l’ospedale di comunità. Su questo versante l’investimento complessivo da parte dell’Asl Romagna è di 350.000 euro. I posti letto passeranno da 6 a 12".

"Le proposte per far crescere ancora il Santa Colomba sono tante - prosegue -. In primis il mantenimento di tutti i servizi al momento attivi, compresa la radiologia con lettura in sede dei referti, che registra numero di prestazioni e tempi di attesa ampiamente compresi negli standard di riferimento". Giovannini intende "portare a Savignano nuovi ambulatori per le cronicità, ottenere l’implementazione della medicina d'iniziativa sulle pneumo-patologie e sulle cardiopatie  e un ambulatorio dedicato alle terapie antalgiche in modo tale che le file che ora fanno gli utenti, specialmente anziani, a Cesena non siano più necessarie e i cittadini possano contare su un luogo di riferimento vicino a casa". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Avanzeremo inoltre la proposta di destinare un  medico dedicato al nuovo reparto dell'ospedale di comunità - conclude - per ridurre al massimo le liste di attesa per l’accesso a questo servizio. E infine continueremo a sostenere l'Hospice  la nostra realtà d'eccellenza, e a lavorare per realizzare la sede del distretto sanitario a Villa Perticari, proprio di fronte alla struttura  che nei prossimi cinque anni, ve lo assicuriamo, sarà al centro del nostro impegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • Il 15enne positivo al virus, Spiaggia 23: "I dipendenti tutti negativi, trattati come appestati"

  • Grandine come piccole pesche, l'azienda agricola conta i danni: "Dopo 3 mesi chiusi non ci voleva"

Torna su
CesenaToday è in caricamento