Elezioni a Bagno di Romagna, Ruggeri lancia la "Città della Romagna"

Così Alessia Ruggeri, candidata sindaco della lista civica Un bene in Comune, sostenuta dal centrodestra unito, valuta l'Unione a cinque anni dalla sua istituzione.

"Promettono riforme e miglioramenti della macchina amministrativa, ma poi il cittadino paga le conseguenze di decisioni fallimentari come l'Unione dei Comuni della Valle del Savio: maggiori costi per circa 8 milioni e vita più complicata per chi si deve rapportare con l'ente pubblico". Così Alessia Ruggeri, candidata sindaco della lista civica Un bene in Comune, sostenuta dal centrodestra unito, valuta l'Unione a cinque anni dalla sua istituzione. 

"Con importanti funzioni conferite all'Unione - prosegue - si è attuato l'allontanamento di uffici e servizi dai cittadini di Bagno. La conseguenza della passiva adesione dell'Amministrazione di Bagno a un ambito territoriale comprendente Cesena, è stata quella di vedere ogni potere decisionale concentrato nel Comune capoluogo. Un atteggiamento passivo che ha comportato anche il trasferimento all'Unione di numerose figure professionali prima operative a San Piero, diversamente da altri Comuni che hanno resistito e negato la riduzione di organico".

Un Comune di Bagno più debole, dunque, e la pianificazione territoriale che si allontana dal territorio stesso. "Ma chi viene eletto in un Municipio - afferma Ruggeri - deve tutelare il proprio territorio, sapere affrontare le problematiche e non elemosinare attenzioni e interventi dal sindaco di Cesena, presidente dell'Unione. Questo è svendere un comune, questo è ciò che poco responsabilmente è stato fatto negli ultimi anni dall'Amministrazione di Bagno di Romagna".

La lista civica Un bene in Comune ha anche un piano alternativo. "Per non essere appiattiti su Cesena anche a suo tempo erano state avanzate delle proposte dalla minoranza, ma tutto è stato bocciato, compreso il referendum consultivo: si sono tagliati fuori i cittadini da una scelta strategica, forse perché la sinistra temeva di essere bocciata alle urne. Oggi, comunque, si può ancora mettere mano all'assetto istituzionale: noi crediamo nella nascita di una nuova Unione fra i soli Comuni di Bagno, Sarsina e Verghereto, costruendo dal basso la Città della Montagna e rimettendo in discussione l'attuale assetto dell'Unione dei Comuni con Cesena, verso cui si è attuata una svendita di competenze, settori di attività e personale, penalizzando per tanti aspetti le zone periferiche e i loro abitanti che – conclude Ruggeri – con il nostro progetto torneranno giustamente protagonisti”.  

Potrebbe interessarti

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Il "metodo 333" per un guardaroba ordinato e completo di tutto

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Aspettare tre ore prima di fare il bagno dopo mangiato: tutta la verità

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • E' un'estate di sangue, nuova tragedia: centauro cesenate perde la vita

  • Incidente in un allevamento durante le operazioni pulizia: un morto

  • Salta la fila, urta una bimba e dà del "terrone". Scoppia la lite con ceffone

Torna su
CesenaToday è in caricamento