E45, Vietina (FI): "I fondi nel DL crescita sono una vittoria, ora avanti con viabilità alternativa"

“La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del cosiddetto ‘D.L. Crescita’ riconosce finalmente gli ingenti danni causati al tessuto sociale ed economico dei nostri Comuni dalla chiusura della E45 e del sequestro viadotto Puleto"

“La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del cosiddetto ‘D.L. Crescita’ riconosce finalmente gli ingenti danni causati al tessuto sociale ed economico dei nostri Comuni dalla chiusura della E45 e del sequestro viadotto Puleto. Si tratta di una svolta positiva nella battaglia per la tutela dei nostri cittadini, delle nostre imprese e dei nostri territori. Ma la guardia resta alta: questo rimborso è solo il primo passo per un necessario ritorno a una viabilità normale. E occorre proseguire nei progetti di viabilità alternativa così come per l’autostrada Orte-Mestre”. Così Simona Vietina, Sindaco di Tredozio e parlamentare di Forza Italia, impegnata in prima linea per la tutela dei cittadini e delle imprese danneggiate dalla chiusura della E45.

“Come Sindaco di Tredozio – prosegue Vietina -, ma soprattutto come Parlamentare, ho fatto mia questa battaglia fin dal primo momento offrendo supporto in veste ufficiale sia durante i momenti di legittima protesta, come nella manifestazione dello scorso 13 aprile a San Piero in Bagno, sia durante la mia quotidiana attività parlamentare. Alla ferita aperta della E45 e alla sofferenza dei nostri territori ho dedicato ben tre interrogazioni parlamentari, chiedendo a gran voce, insieme ai colleghi deputati, misure urgenti e soluzioni decisive al Governo. Oggi vengono erogati 10 milioni: fatte salve le verifiche che tale contributo sia sufficiente a risarcire il danno economico subito da persone e imprese, credo sia un primo passo positivo”.

“La strada però è ancora lunga – prosegue Vietina -: continuerò a farmi interprete nelle sedi istituzionali di tutte le istanze del nostro territorio. A partire dall'Autostrada Orte-Mestre, considerata infrastruttura strategica nazionale dalla legge Obiettivo, il cui progetto è stato riattivato lo scorso anno e che potrebbe avere importanti ricadute per il nostro territorio. Sulla Orte-Mestre si concentrerà il mio lavoro parlamentare nelle prossime settimane, così come per accendere i riflettori sulla situazione della viabilità locale alternativa all'E45”.

La mano è tesa vero i Primi Cittadini di tutti i territori interessati: “Queste strade, provinciali e comunali, hanno sopportato il traffico pesante deviato dall'arteria principale: sarebbe interessante ragionare insieme ai miei colleghi Sindaci su come convogliare risorse dal governo centrale alla manutenzione di queste strade: confido molto in un loro contributo per la stesura di una proposta comune”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in avanzata decomposizione ritrovato in una scarpata stradale

  • Vaga seminuda per strada in stato confusionale, la Polizia Locale risolve il 'mistero'

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • Soccorso in stato di delirio, era in ospedale con la cocaina sotto la lingua: denunciato spacciatore

  • La 17enne cesenate Alessandra Rumieri è la nuova "Miss Mondo Rally"

  • S'intasca 150 euro per la rottamazione di una vecchia aspirapolvere: rappresentante nei guai per truffa

Torna su
CesenaToday è in caricamento