Consiglio comunale, Capponcini (M5S): "Sulla sicurezza solite risposte e problemi restano"

Il capogruppo del M5S: "Con queste premesse le situazioni di degrado e vandalismo resteranno tali"

"Nel Consiglio Comunale di giovedì il M5S ha portato all’attenzione il tema sempre purtroppo attivo sulle cronache quotidiane, della non-sicurezza, dei pochi mezzi per contrastare la microcriminalità, del ruolo attivo che potrebbe svolgere la Polizia Locale". Lo dichiara il capogruppo del M5S Claudio Capponcini.

"Purtroppo abbiamo ricevuto le solite risposte che da oltre un anno vengono fornite in occasione di audizioni e interpellanze negli organi istituzionali, l’unica diversità questa volta è costituita dal neo assessore alla Legalità e Sicurezza Luca Ferrini, diversità di persona non di contenuto, poiché ha risposto con gli stessi argomenti di Lucchi a febbraio. Infatti, invariate le giustificazioni sul piano di installazione (in atto da oltre 4 anni), e spesa generale ferma come i lavori alle indicazioni di Lucchi a inizio anno Nessuna novità  Sono le stesse giustificazioni che troviamo nel bilancio passato".

Prosegue Capponcini: "È ancora invariato il numero delle telecamere installate (28 dopo 4 anni dall’approvazione del progetto ), con la ripresa delle multiottiche che possono potenziare sino a quattro volte la singola telecamera senza tuttavia indicare se si riduce di 4 volte il numero complessivo di 450 telecamere). Come per il centro di monitoraggio delle telecamere, su cui si evita  di prendere posizione circa il suo presidio, salvo poi riaffermare che gli agenti pattugliano il territorio sino all’una di notte, forse sino alle 2, però mettendo le mani avanti per i possibili problemi sindacali, da sempre da noi supposti che dovrebbero essere gestiti dal comune che è il responsabile".
"Ma è la politica di governo della città che non interviene - attacca ancora Capponcini - nella missione di affidare ai circa 90 agenti di Polizia municipale il compito specifico, perché come ribadito in aula da Ferrini: “lasciamo al Comandante della Polizia Locale il determinare quali siano le azioni le più confacenti per il suo corpo di agenti”.

"Con queste premesse è ovvio che le situazioni critiche di microcriminalità vandalismo e predazione, portate all’attenzione della giunta in zone quali la stazione., Quartiere Vigne, Cubo, oltre a quanto la cronaca e i social riportano quotidianamente, non possono che rimanere tali".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento