Consiglio comunale, a Savignano si insedia la quarta "Sindaca dei ragazzi"

Cerimonia di insediamento per i quindici studenti dai 9 ai 12 anni eletti dai coetanei per partecipare alla vita istituzionale della città

È Caterina Garattoni la quarta “sindaca dei ragazzi” della storia di Savignano sul Rubicone: l’alunna della 5 B della scuola primaria “Aldo Moro” è la studentessa che ha raccolto più preferenze nella “tornata elettorale” per l'elezione del Consiglio comunale dei ragazzi per l’anno scolastico 2019-2020. In collaborazione con l'Istituto Comprensivo, il Comune prosegue l’attività di questo organo di partecipazione per i ragazzi dai 9 ai 12 anni, attraverso il quale i cittadini più giovani possano esprimere le proprie opinioni imparando a confrontarsi nel rispetto delle regole e collaborando per migliorare la città. Caterina Garattoni è stata quindi proclamata prima cittadina junior durante la seduta di insediamento di lunedì 2 dicembre in sala Allende, a cui hanno partecipato tutte e cinque le classi coinvolte, le insegnanti, la giunta comunale e i familiari dei ragazzi. 

Come consuetudine, la seduta di insediamento si è svolta in piena regola: convalida degli eletti, giuramento della giovane sindaca e consegna della fascia tricolore da parte del sindaco Filippo Giovannini, che ha “tenuto a battesimo” la nuova annualità dell'iniziativa, insieme al dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo Catia Valzania. Seguendo - come da protocollo - l'ordine del giorno ufficiale, è poi seguita la nomina di vicesindaco Tommaso Faedi e capigruppo, ossia i quattro referenti per le aree di intervento del consiglio junior: Lorenzo Tosi per l'Ambiente, Sara Neri per Scuola e Cultura, Gianmaria Ambrosi per Sport e Tempo Libero e Riccardo Brighi per Cittadinanza Attiva e Solidarietà. A far parte dei consiglio sono quindi Gianmaria Ambrosi, Andri Hoxha, Caterina Semprini della quinta A “Aldo Moro”, Amanda Pistocchi e Sofia Zamagni insieme alla sindaca, della quinta B “Aldo Moro”, Sara Neri, Virginia Lombardi, Chiara Zammarchi della quinta C “Aldo Moro”, Lorenzo Tosi, Giorgia Bronzetti e Fatima Zahra El Mouanid della quinta A “Dante Alighieri”, e Tommaso Faedi, Riccardo Brighi e Elisabeth Zoe Gessi della seconda G “Giulio Cesare”.  Con loro anche i supplenti, pronti a sostituire gli eletti in caso di assenza: Michele Di Lella (quinta A “Aldo Moro), Tommaso Tosi (quinta B “Aldo Moro), Irene Ventrucci (quinta C “Aldo Moro) e Mattia Paone (seconda G “Giulio Cesare”). 

Assegnati gli incarichi, i consiglieri si sono poi impegnati nella presentazione delle loro classi insieme ai compagni, attraverso canzoni e filastrocche.  Le elezioni del Consiglio comunale dei ragazzi si svolgeranno di nuovo ogni anno: per far vivere l'esperienza al maggior numero di ragazzi possibile ogni consigliere potrà essere eletto al massimo due volte consecutive, ma solo se nella sua classe non ci saranno altri candidati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Rapina in un supermercato di Cesena: armato di un cutter obbliga la cassiera a consegnare l'incasso

  • Scomparsa nel nulla nel 2000, pena confermata in Appello: 20 anni all'ex marito

  • Resta impigliato nel macchinario che lo solleva da terra: grave un operaio

Torna su
CesenaToday è in caricamento