"Con la chiusura del tribunale solo costi e disagi per i cittadini"

Cgil, Cisl e Uil di Cesena si uniscono alla protesta lanciata dal sindaco Paolo Lucchi e dal presidente dell'ordine degli avvocati, Emanuele Prati, contro la chiusura della sede distaccata del tribunale a Cesena

I segretari generali di CGIL CISL UIL di Cesena, Lidia Capriotti, Filippo Pieri e Giuliano Zignani, accolgono l'appello del Sindaco di Cesena, Paolo Lucchi,  e del presidente dell'ordine degli avvocati di Forlì-Cesena,  Emanuele Prati, per una forte mobilitazione a difesa della sede distaccata del tribunale e dell'ufficio notifiche di Cesena e degli uffici del giudice di pace di Cesena e di Bagno di Romagna.

“Le scelte del Governo Monti e della Ministra della Giustizia Severino, che confermano l'utilizzo disinvolto dei  tagli lineari e non selettivi – accusano -, colpiscono ancora una volta i cittadini, le aziende e tutta la comunità locale già fortemente provata da una dura crisi economica, creando disagi, disservizi e aumenti di costi a fronte di ipotetici e futuri risparmi, tutti da dimostrare”.

 
“Un vero colpo al sistema giudiziario, con un conto salatissimo per i cittadini – aggiungono i tre segretari -, un ulteriore rallentamento dei tempi giudiziari per aziende e professionisti che sono uno degli elementi competitivi in cui il nostro paese é fortemente deficitario”.
 
“Procedendo con la chiusura della sede distaccata del tribunale di Cesena si andrà ad intasare anche  la sede di Forlì – evidenziano Cgil, Cisl e Uil -, con problemi nell'individuazione di spazi adeguati ad ospitare i dipendenti delle due attuali sedi, difficoltà nella programmazione delle udienze, spazi adeguati per gli archivi dei faldoni e accessi inadeguati per l'utenza”.
 
“Le due sedi di tribunale di Forlì e di Cesena, a livello di attività giudiziaria, si equivalgono, come si equivalgono i rispettivi bacini di utenza – fanno notare i segretari -, che senso ha chiedere ai cittadini e ai professionisti di Sogliano o di Verghereto di recarsi a Forlì per contestare un multa, per discutere un causa amministrativa o per depositare un atto? L'unica cosa certa sono l'allungamento dei tempi, l'aumento dei costi e disagi a non finire per tutti”.
 
Cgil Cisl Uil sostengono anche la mobilitazione dei dipendenti in servizio presso le sedi cesenati interessate alla chiusura “per rivendicare un futuro professionale e le adeguate garanzie a chi, finora, con organici ridotti all'osso, ha saputo garantire livelli di efficenza e di produttività fra i più alti a livello nazionale”.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • "che senso ha chiedere ai cittadini e ai professionisti di Sogliano o di Verghereto di recarsi a Forlì per contestare un multa, per discutere un causa amministrativa o per depositare un atto"??? ho letto bene o stanno scherzando??? a parte che si muovono gli avvocati per le cause o altro, con quello che chiedono di onorari poi fare qualche km in auto è una passeggiata di salute.... suvvia non scherzate...

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Savignanese al volante travolge due pedoni: paura per una donna

  • Cronaca

    Durante il controllo fiscale tenta di esportare i capitali: imprenditore nei guai

  • Cronaca

    Raffica di furti, arrestati 10 minuti dopo una spaccata: presa la "banda del forese"

  • Cronaca

    San Carlo, raccolta firme per potenziare l'illuminazione: "Deterrente contro i furti"

I più letti della settimana

  • Pensioni, ricongiunzione gratuita dei contributi: dal 2017 sarà possibile

  • Cinema Eliseo gremito per il ministro Maria Elena Boschi: le foto

  • Verso il referendum, il ministro Maria Elena Boschi a Cesena

  • Nuovo ospedale, Libera Cesena: "Studiare la localizzazione nei minimi dettagli"

  • Cesenatico, il M5S: "Nel periodo Natalizio riapriamo i negozi sfitti"

  • Profughi a Borello, Morrone (Lega): "Lucchi e Montalti incapaci di affrontare il problema"

Torna su
CesenaToday è in caricamento