Cesenatico Servizi, Comune e Società spiegano, ma non convincono

Il M5S chiede delucidazioni sui 200mila euro segnati accanto alla voce "Fondo rischi legali" nel bilancio del 2011 della società. Sono stanziati "per lo studio legale Sciumè e associati" vicino a Cl?

Nei giorni scorsi Alberto Papperini, il consigliere del M5S di Cesenatico, ha spulciato i dati di Cesenatico Servizi, una srl con un solo azionista: il comune di Cesenatico. Primo dato eloquente: “La neonata società parte zoppa” ha detto Papperini soffermandosi sul rosso da oltre 930mila euro. In più ha avanzato un dubbio. Chiede delucidazioni sui 200mila euro segnati accanto alla voce “Fondo rischi legali” nel bilancio del 2011. Ha il dubbio che siano stanziati “per lo studio legale Sciumè e associati” che, secondo il M5S è vicino a Cl.

«Se fosse vera l'indiscrezione ricevuta, - conclude Papperini - visto il considerevole stanziamento nel bilancio di Cesenatico Servizi (euro 200.000) per le spese legali, siamo a richiedere che venga fatta chiarezza sui modi, sulle forme, sulle procedure che sono seguite da codesta Amministrazione, nella scelta dei consulenti di qualsiasi natura a cui dovesse ricorrere. Tenuto conto che la galassia di riferimento di Comunione e Liberazione è vasta e diffusa, non vorremmo che Cesenatico diventasse un terreno d'occupazione privilegiato del gruppo di appartenenza del Sindaco. Sarebbe un comportamento gravissimo che discriminerebbe tutti i Cittadini fuori e non appartenenti a tale gruppo di cui il Sindaco è un noto esponente».

Il Presidente della Cesenatico Servizi Baldisserri interviene sulla vicenda. “E' utile sottolineare che il bilancio approvato nel corso del mese di giugno è riferito all’anno 2011, primo esercizio della società Cesenatico Servizi, che va ricordato è stata scissa da Gesturist in data 19/03/2011. In particolare, le perdite emerse nel corso dell’esercizio 2011 sono dovute ad accantonamenti a fondi rischi accesi dopo che soggetti privati ed il Comune di Cesenatico hanno sollevato dubbi sull’esigibilità di alcuni crediti presenti nel bilancio di scissione e quindi provenienti dalla gestione precedente. Gestione che doveva essere effettuata nell’interesse di Cesenatico”.

“E’ importante – continua - ricordare che l’eventuale depauperamento del patrimonio sociale di Cesenatico Servizi è tutelato dalla clausola di salvaguardia contenuta all’interno dell’atto di scissione il quale prevede che Gesturist terrà indenne Cesenatico Servizi da eventuali sopravvenienze passive non riportate nella situazione patrimoniale di scissione. Per ciò che riguarda gli avvocati incaricati di affrontare questo spinoso problema, questi sono stati individuati in autonomia da Cesenatico Servizi (società al 100% del Comune, ndr) e l’ammontare delle parcelle è notevolmente inferiore a quello apparso sulle pagine dei giornali. Gli stessi avvocati che sono di Bologna e non di Milano, come erroneamente affermato, hanno dichiarato che sarebbero ben lieti di percepire le somme espresse dal Consigliere Papperini il quale evidentemente ha fatto confusione con gli zeri: errore in cui non sarebbe incorso se avesse letto con maggiore attenzione i documenti”.

Il presidente glissa su alcuni punti. RomagnaOggi.it-CesenaToday è in attesa di risposta alle segunti domande avanzate nella giornata di sabato:

Lo studio legale di cui si parla è o non è lo studio Sciumè?
L'avv. Paolo Sciumè fa parte di questo studio?
A quanto ammonta la parcella degli avvocati?


Nei giorni scorsi anche il Sindaco Roberto Buda è intervenuto su questo tema. “Tale bilancio – scrive il sindaco in una nota - è frutto della situazione contabile pregressa che Cesenatico Servizi ha ereditato per effetto della scissione e quindi frutto delle attività gestite da Gesturist Spa fino al 2011. In tal senso il bilancio approvato non riflette in alcun modo i risultati di gestione delle attività della nuova società in quanto la stessa è diventata operativa a partire dal 2 gennaio 2012”.

“Esprimo inoltre tutta la mia amarezza – conclude il primo cittadino - per le dichiarazioni rilasciate dal Consigliere Comunale Papperini, troppo impegnato a vedere complotti e centri di potere piuttosto che lavorare per il bene comune di Cesenatico, attaccando di volta in volta chi amministra per guadagnare una pagina sui giornali confondendo la politica seria con il gossip”. Di fatto non smentisce le accuse avanzate dal M5S. Chi tace acconsente?
 

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco come tenerle lontane

  • Due soluzioni per avere sopracciglia perfette

  • Invitata al matrimonio estivo? Ecco i consigli sull'abbigliamento ideale

  • Non solo Malatestiana: tutte le biblioteche di Cesena

I più letti della settimana

  • Alta concentrazione di batteri in acqua, scatta il divieto di balneazione

  • Trenta pecore sbranate dai lupi: "Abbiamo paura anche per la nostra sicurezza"

  • Camion a rimorchio si ribalta: "Ennesimo incidente, strada stretta e pericolosa"

  • Violento scontro auto-moto sulla via Emilia: padre e figlio finiscono a terra

  • Tenta di rubare un televisore, arrestato nel parcheggio: scatta anche la sospensione del reddito di cittadinanza

  • Ciclista investito, corsa in ospedale con un codice di massima gravità

Torna su
CesenaToday è in caricamento