menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Cesenatico, la proposta: "Intitolare la corte comunale ad Oriana Fallaci"

"La corte profuma di fiori ma anche di istituzione - spiega Amormino - per questo ho proposto di intitolare a una grande donna questo luogo di pregio, uscito dalla magica penna di Gio Ponti, avvicinando cosi' due grandi nomi della cultura contemporanea".

Presentata alla Giunta la proposta di intitolazione della corte comunale ad Oriana Fallaci. La richiesta è stata fatta dall'assessore Lina Amormino, che ha individuato la corte della residenza municipale come luogo ideale per l’intitolazione. Qui tra fiori e verde due anni fa ha trovato posto anche la targa in memoria delle donne vittime di femminicidio. “La corte profuma di fiori ma anche di istituzione – spiega Amormino - per questo ho proposto di intitolare a una grande donna questo luogo di pregio, uscito dalla magica penna di Gio Ponti, avvicinando cosi' due grandi nomi della cultura contemporanea".

Continua l'assessore: "C’è una frase di questa fantastica donna che mi ripeto fin da quando ero ragazzina: ‘Non si fa il proprio dovere perché qualcuno ci dica grazie, lo si fa per principio, per se stessi, per la propria dignità’. E’ un monito a dare il massimo e un impegno costante a fare del mio meglio per la città e per i suoi abitanti. Giornalista e scrittrice, insignita del riconoscimento di “Benemerita alla cultura” dalla Presidenza della Repubblica nel 2005, Oriana Fallaci è un esempio virtuoso di coraggio e tenacia, sensibilità e tenerezza; l'abbraccio virtuale delle due ali del palazzo municipale al giardinetto interno, possono ben rappresentare l'omaggio e la vicinanza istituzionale ad una grande persona".

Potrebbe interessarti

Commenti (6)

  • Perché non ad Hitler? O a Mussolini? Intitoliamola a Gandhi o a Platone che è meglio

    • La Fallaci era una grandissima donna, e scrittrice, per qualcuno ha avuto il difetto di prevedere quanto in questi anni sta succedendo, ma non possono imputarle nulla perché da sempre di famiglia comunista.

    • Non amo la Fallaci a causa di alcune sue esternazioni ma paragonarla a questi personaggi mi pare francamente esagerato.

  • Ma i sono piccoli doveri e grandi doveri. Spesso questi confliggono.

  • Questo e' un bel riconoscimento alla Fallaci , ce ne fossero di scrittrici e giornaliste cosi ', in questo mondo dove risulta tutto piatto ed arido ; e i libri non raccontano le verita' di storie vissute , solo adeguarsi alla massa grigia e incolore . Natale

  • d'accordissimo.

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Cene non pagate, rapine all'Iper e coltelli: arresti e denunce a Cesenatico

  • Cronaca

    Misterioso rogo di un furgone vicino alla Secante: possibile mezzo usato dal commando

  • Cronaca

    Incidente sul lavoro, precipita da un'altezza di 5 metri: grave un operaio

  • Cronaca

    Chiude la Feltrinelli in piazza della Libertà, "Con i lavori è impossibile tenere aperto"

Torna su