Antifascisti in piazza e città blindata per il comizio di CasaPound

Nella stessa piazza si sono schierati da una parte i militanti del partito di estrema destra, dall'altro gli esponenti di 'Cesena antifascista', che nella stessa piazza avevano indetto un presidio

Città blindata sabato pomeriggio per l'arrivo a Cesena di Simone Di Stefano, segretario nazionale di CasaPound Italia, che ha partecipato a un comizio elettorale a sostegno del candidato sindaco Antonio Barzanti. In piazza Amendola, infatti, verso le 18 si sono schierati da una parte i militanti del partito di estrema destra, dall'altro una cinquantina di esponenti di 'Cesena antifascista', che nella stessa piazza - sotto la lapide di Gastone Sozzi, politico ucciso nel 1928 dalla polizia fascista - avevano indetto un presidio. Nel mezzo un cordone di poliziotti e carabinieri per cercare di tenere sotto controllo la situazione. La serata è proseguita tra insulti, ritornelli, proteste e qualche tentativo di scontro fisico, subito sedato dalle forze dell'ordine intervenute in numero massiccio proprio per evitare disordini. 

antifascisti-3

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in stazione: è una 13enne la giovane morta sui binari

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia in campagna, finisce sotto le ruote del trattore: muore un agricoltore

  • Sciagura sui binari, muore una donna. Cancellazioni e treni in ritardo sulla linea Adriatica

  • Una lezione sulla nutrizione con la modella "sosia" di Belen Rodriguez

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

Torna su
CesenaToday è in caricamento