Antifascisti in piazza e città blindata per il comizio di CasaPound

Nella stessa piazza si sono schierati da una parte i militanti del partito di estrema destra, dall'altro gli esponenti di 'Cesena antifascista', che nella stessa piazza avevano indetto un presidio

Città blindata sabato pomeriggio per l'arrivo a Cesena di Simone Di Stefano, segretario nazionale di CasaPound Italia, che ha partecipato a un comizio elettorale a sostegno del candidato sindaco Antonio Barzanti. In piazza Amendola, infatti, verso le 18 si sono schierati da una parte i militanti del partito di estrema destra, dall'altro una cinquantina di esponenti di 'Cesena antifascista', che nella stessa piazza - sotto la lapide di Gastone Sozzi, politico ucciso nel 1928 dalla polizia fascista - avevano indetto un presidio. Nel mezzo un cordone di poliziotti e carabinieri per cercare di tenere sotto controllo la situazione. La serata è proseguita tra insulti, ritornelli, proteste e qualche tentativo di scontro fisico, subito sedato dalle forze dell'ordine intervenute in numero massiccio proprio per evitare disordini. 

antifascisti-3

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco come tenerle lontane

  • Due soluzioni per avere sopracciglia perfette

  • Invitata al matrimonio estivo? Ecco i consigli sull'abbigliamento ideale

  • Non solo Malatestiana: tutte le biblioteche di Cesena

I più letti della settimana

  • Alta concentrazione di batteri in acqua, scatta il divieto di balneazione

  • Trenta pecore sbranate dai lupi: "Abbiamo paura anche per la nostra sicurezza"

  • Camion a rimorchio si ribalta: "Ennesimo incidente, strada stretta e pericolosa"

  • Tenta di rubare un televisore, arrestato nel parcheggio: scatta anche la sospensione del reddito di cittadinanza

  • Incendio al depuratore di Cesenatico subito domato. Il sindaco tranquillizza

  • Biker si ferisce in montagna, soccorso col verricello e portato al "Bufalini" in serie condizioni

Torna su
CesenaToday è in caricamento