Accesso oltre la ferrovia, Rossi (San Mauro di Nuovo) affronta il nodo sicurezza

Il giovane candidato sindaco a San Mauro Pascoli: "Doveroso sbloccare un accesso che prescinda dai passaggi a livello"

Nicola Rossi, candidato sindaco per la lista civica San Mauro Di Nuovo affronta il nodo della viabilità e della sicurezza dell’accesso oltre la ferrovia di San Mauro Mare, lavorando su tre possibili soluzioni. 

“È doveroso sbloccare un accesso che prescinda dai passaggi a livello, percorribile ai mezzi di emergenza come le ambulanze o ai veicoli dei vigili del fuoco - premette Rossi - Durante il primo incontro pubblico di San Mauro DiNuovo a San Mauro Mare era stato promesso di approfondire il tema: lo abbiamo fatto e sono emerse tre possibili soluzioni immediate".

Il tema, tra l'altro, riguarda anche Savignano Mare – con il camping – e la parte più a Nord di Bellaria. "Per quanto riguarda San Mauro Mare, riteniamo inaccettabile bloccare il passaggio su via Marina, che rappresenta un accesso fondamentale alla città, va lasciato intatto - prosegue il candidato sindaco - dunque le soluzioni sono disponibili o sul territorio di Savignano o su quello di Bellaria. Per quanto riguarda il lato di Savignano Mare esistono due vie, una è l’allargamento dell’esistente sottopassaggio di via Matrice Destra, con la problematica tra l’altro dell’invasività della rampa, l’altra la creazione di un passaggio ex-novo, con un tratto di strada che connetta via Lido Rubicone e via Ionio, proprio sul confine tra le due frazioni.” 

Il tema di Matrice destra è discusso da tempo. “Per la prima di queste due soluzioni, già ventilata dai tempi e nei programmi dell’Unione, non esiste nemmeno uno studio di fattibilità, segno di palese disinteresse da parte delle amministrazioni correnti a questa emergenza. L’amministrazione neoeletta – quale che sia – dovrà subito commissionare questo studio di fattibilità, idealmente comparando le due opzioni, per chiarire quale sia più efficiente. A questo proposito, Marco Foschi, candidato sindaco a Savignano, si è detto da subito disponibile a collaborare.”

Ma viene individuata anche un’altra opzione: “A Bellaria l’amministrazione Ceccarelli ha già predisposto le condizioni, tra Via Savio e Via Pisino, presso il passaggio a livello di recente costruzione, per la realizzazione di un sottopassaggio in grado di far transitare auto e mezzi di grandi dimensioni, per il quale è anch’essa pronta a attivarsi. L’opera sarebbe sicuramente costosa, ma da affrontare unendo lo sforzo congiunto di tre amministrazioni, e con il contributo di Ferrovie dello Stato, che finanzia la chiusura dei passaggi a livello, ed eventualmente della Regione Emilia-Romagna. Abbiamo diverse soluzioni sul tavolo, serve piuttosto un amministratore che tiri le fila e si prenda le responsabilità, ed è ora che ciò avvenga, perché i rischi dell’inerzia non sono trascurabili".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Danni causati dalla piena del Savio, proclamato lo stato di crisi regionale

  • Politica

    Interviste personali, Valletta è cantante e allenatore: "Sui libri di storia non capiranno la nostra inerzia sul clima"

  • Sport

    Il Cesena non snobba la Poule scudetto, 3-1 alla Pergolettese e pass per le semifinali

  • Cronaca

    Un libro sulle 'fake news', Marino Biondi: "Internet? Non è uno strumento così democratico"

I più letti della settimana

  • Una fuga di oltre 100 chilometri. L'edizione 2019 della Nove Colli è di Federico Colone

  • Volo di trenta metri nella scarpata e schianto contro un albero: è grave

  • Un boato per Giuseppe: la festa per l’ultimo arrivato chiude la 49esima Nove Colli

  • Boato nella notte, assalto al Bancomat: i malviventi fuggono col bottino di oltre 15mila euro

  • Una bella storia di senso civico: l'avvocato perde cellulare e soldi, un migrante li trova e restituisce tutto

  • Di generazione in generazione l'osteria compie 80 anni, seppe rialzarsi dopo la guerra

Torna su
CesenaToday è in caricamento