La danza delle trombe marine sull'Adriatico: "Venti tra 150 e 180 km/h. Effetto accentuato dal mare molto caldo"

I vortici si sono sviluppati in seno ad un sistema temporalesco causato dal passaggio di un nucleo di aria fredda

Foto di Giada Gorga

Non è un evento eccezionale, ma la loro genesi è sempre qualcosa di affascinante. Diverse trombe marine sono state osservate, fortunatamente in mare aperto, lunedì mattina al largo tra Cervia e Cattolica. Pierluigi Randi, tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo, spiega la formazione dei vortici: "Le waterspout (questo il termine tecnico, ndr) si sono sviluppate in seno ad un sistema temporalesco causato dal passaggio di un nucleo di aria fredda in quota proveniente da nord, assumendo talora dimensioni anche ragguardevoli con notevole effetto scenico". I venti del vortice potrebbero avero raggiunto velocità tra 150 e 180 km/h. I due coni hanno mantenuto una traiettoria in mare aperto e non hanno toccato la costa, senza causare danni nelle località di mare. Sul litorale è stato diramato un avviso di chiusura degli ombrelloni su ordine della Capitaneria di Porto. Inevitabile il fuggi fuggi dei bagnati. Sulla costa la massima raffica di vento ha raggiunto i 70 chilometri orari, il tutto accompagnato da un breve scrocio di pioggia. La temperatura ha subìto una significativa diminuzione, con la massima a fatica sopra i 22°C.

"Questi fenomeni - prosegue l'esperto meteo - sono figli di particolari condizioni di vento presenti nei bassi livelli, in particolare quando vengono a contatto (o convergono) flussi di diversa provenienza, origine e caratteristiche termo-igrometriche; in questo caso correnti da W-NW (o “di terra”) legate alla circolazione locale, e venti da nord-est (bora) che irrompono dall’altra sponda dell’Adriatico.
Lungo queste linee di convergenza del vento si sviluppano piccoli vortici causa la turbolenza presente, i quali hanno piccolo spessore verticale e non producono effetti visibili. Se però ad essi si sovrappone una corrente ascensionale che alimenta un cella o un sistema temporalesco le cose cambiano: i vortici si estendono in altezza fino ad occupare una parte della struttura nuvolosa e prendono forma le trombe marine, di solito subito davanti alla zona delle precipitazioni. L’estensione verso l’alto dei vortici (stretching) produce un aumento della rotazione (effetto del pattinatore che raccogliendo le braccia rotea più velocemente) ed in tal modo le trombe marine possono produrre venti molto intensi".

> Doppia tromba marina visibile anche da Rimini - FOTO E VIDEO

"Aggiungiamo che in questi giorni le temperature superficiali del mare sono sensibilmente sopra la norma, e acque anormalmente calde possono contribuire a potenziare le correnti ascensionali che alimentano le celle temporalesche e di conseguenza anche le trombe marine", continua Randi.  Nei giorni scorsi la temperatura alla Boa di Cesenatico, situata a 8 chilometri dalla riva con un fondale profondo di 10 metri, ha toccato una temperatura di 27°C, un valore altissimo, oltre 3°C sopra media e tipico del periodo di fine estate. Il fenomeno segue quello di venerdì scorso, che non ha causato danni: "Di norma esse sono meno violente dei tornado che si sviluppano sulla terra (tornado e tromba d’aria sono la stessa cosa), ma lo stesso molto pericolose, con venti che possono raggiungere a 150-200 km/h. Di norma seguono lo stesso percorso del temporale che le origina e durano pochi minuti, ma possono formarsi a ripetizione se le condizioni ambientali lo consentono. Tra l’altro l’alto Adriatico è abbastanza incline, per l’orografia complessa del comparto dinamico e la conformazione della costa italiana, e sviluppare questi fenomeni, quindi sotto questo profilo non ci sono particolari anomalie".

> VIDEO: Due trombe marine al largo di Cesenatico, le immagini del fenomeno

Potrebbe interessarti

  • Borghi di Romagna: i 4 più belli

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Meduse: verità e falsi miti su come rimediare alle loro punture

  • 9 consigli per difendere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • I temporali arrivano, portano chicchi di grandine enormi ed alberi caduti

  • "Riportata in vita dai medici col mio bimbo in grembo", la storia di Annalisa

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • Nelle prossime ore arriveranno i temporali: calo delle temperature e afa spazzata via

Torna su
CesenaToday è in caricamento