Forte maltempo in arrivo, 24 ore di allerta sulla Romagna: fiumi sott'osservazione

La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta meteo per martedì per "criticità idraulica e idrogeologica"

Un ciclone mediterraneo, che evolverà in una depressione sul Tirreno, determinerà un'acuta fase di maltempo sulla Romagna con piogge abbondanti, ventilazione sostenuta e mare molto mosso. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta meteo per martedì per "criticità idraulica e idrogeologica", spiegando come "l'approfondimento di un minimo depressionario in area tirrenica determinerà l'afflusso di correnti umide ed instabili sud-orientali sulla nostra regione. Sono previste precipitazioni moderate diffuse e persistenti sul settore centro-orientale, dove i fenomeni potranno assumere carattere di rovescio e determinare criticità idrauliche localizzate sul reticolo secondario di pianura. Le precipitazioni risulteranno invece deboli-moderate sul settore occidentale. Sono previsti rinforzi della ventilazione da nord-est sul settore litoraneo ferrarese e sul mare, con valori comunque sotto soglia. Lo stato del mare risulterà temporaneamente molto mosso al largo e molto mosso sotto costa, in particolare durante la mattinata in concomitanza con condizioni di alta marea". I fenomeni per le prossime 48 ore sono attesi in attenuazione. 

Martedì il cielo si presenterà molto nuvoloso o coperto, con precipitazioni in risalita dall'Adriatico e che interesseranno prevalentemente il settore centro-orientale della regione. I fenomeni, spiega il servizio meteorologico dell'Arpae, potranno assumere localmente carattere di rovescio, anche di tipo temporalesco al largo sul mare". Dal pomeriggio i fenomeni più persistenti, in genere di moderata intensità con locali rovesci non esclusi, tenderanno a concentrarsi sul settore centrale della regione. Complessivamente sono previsti tra i 15 ed i 40 millimetri di pioggia. In serata le precipitazioni si trasformeranno in neve sul settore appenninico centro-occidentale fin verso i 1400-1500 metri di quota. Le temperature minime sono attese in aumento, tra 8 e 10°C le minime e tra 12 e 14°C le massime. I venti soffieranno sulle aree di pianura deboli dai quadranti occidentali, sulle aree montuose deboli settentrionali con qualche rinforzo sul crinale; sulla costa in genere moderati - a tratti forti - da nordest sul Ferrarese, da ovest/sudovest sul resto del litorale. Il mare si presenterà mosso sotto costa, molto mosso al largo. Mercoledì sono previste residue precipitazioni al mattino, con tendenza per un'attenuazione dei fenomeni e ampie schiarite. Le temperature sono attese in calo. 

Ma sarà solo una tregua. Rende noto l'Arpae: "l'approfondirsi di una nuova saccatura nord-atlantica sul Mediterraneo occidentale apporterà sulla nostra regione una nuova fase piovosa, caratterizzata da due principali passaggi perturbati tra giovedì-venerdì e tra sabato-domenica. Le temperature diminuiranno sensibilmente giovedì nei valori minimi; per il resto del periodo in esame la nuvolosità abbondante limiterà l'escursione termica diurna, con poca differenza tra le temperature minime del primo mattino e le massime pomeridiane che si attesteranno tra 11°C e 13°C sui principali centri urbani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • La stradina di campagna è stretta, il camion resta 'incagliato': arriva la Polizia Locale

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Scomparsa nel nulla nel 2000, pena confermata in Appello: 20 anni all'ex marito

  • Rapina in un supermercato di Cesena: armato di un cutter obbliga la cassiera a consegnare l'incasso

Torna su
CesenaToday è in caricamento