“Diamo nuova vita ai rifiuti”: alla Montessori si studia la raccolta differenziata

Gli educatori ambientali porteranno i contenitori per la raccolta differenziata in classe e incentiveranno gli studenti al corretto conferimento e ad annotare sul “diario dei rifiuti” i sacchetti prodotti in settimana per tipologia di rifiuto.

Un progetto di educazione ambientale per sensibilizzare le giovani generazioni sulle buone prassi della raccolta differenziata. È partito a inizio settimana nelle classi della scuola elementare Montessori “Diamo una nuova vita ai rifiuti”, il ciclo di incontri e laboratori pratici, promosso dall'Amministrazione comunale in collaborazione con Hera e le cooperative Anima Mundi e Atlantide, che ha l'obiettivo di educare al buon conferimento e presentare le potenzialità del recupero dei rifiuti. “

"L'educazione ambientale a scuola si inserisce nel progetto più ampio di implementazione della raccolta differenziata di qualità sul nostro territorio e di contrasto all'abbandono dei rifiuti – spiega il sindaco Luciana Garbuglia - Insieme alle altre iniziative di sensibilizzazione e informazione alla cittadinanza e al controllo e monitoraggio delle nostre isole ecologiche stradali, abbiamo ritenuto fondamentale il coinvolgimento del mondo della scuola e dei nostri bambini e ragazzi su un tema così importante per il futuro della nostra comunità".

Il progetto “Diamo nuova vita ai rifiuti”, pensato insieme ad Hera e realizzato ad hoc per la scuola di San Mauro Pascoli, prevede 2 ore di didattica per ciascuna classe ed è articolato su laboratori pratici e informazioni sull'esatto conferimento e soprattutto sul recupero dei rifiuti, cioè sulla loro nuova vita. Gli educatori ambientali porteranno i contenitori per la raccolta differenziata in classe e incentiveranno gli studenti al corretto conferimento e ad annotare sul “diario dei rifiuti” i sacchetti prodotti in settimana per tipologia di rifiuto. Inoltre verrà proiettato il video sulla “vita dei rifiuti” per imparare a capire quale sia il percorso di smaltimento e il ciclo di recupero e riutilizzo della materia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Già con la rimozione delle chiavette abbiamo semplificato le procedure di conferimento dei riifuti- spiega l'assessore all'ambiente Azzurra Ricci – a San Mauro non mancano gli strumenti necessari per una differenziata di qualità (dai cassonetti stradali per tipologia di rifiuto alla stazione eco-mobile per i rifiuti ingombranti e le colonnine per i rifiuti speciali, oltre ai servizi gratuiti di Hera per il ritiro a domicilio): quello su cui vogliamo puntare ora è sensibilizzare e promuovere senso civico tra la cittadinanza, in particolare fra le giovani generazioni che possono imparare e coinvolgere genitori e famiglie sulle buone prassi di rispetto dell'ambiente in cui viviamo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • Il 15enne positivo al virus, Spiaggia 23: "I dipendenti tutti negativi, trattati come appestati"

Torna su
CesenaToday è in caricamento