Cesenatico si illumina a led: oltre 200 chilometri di strade con luce "pulita"

Cesenatico ha una rete di pubblica illuminazione estesa su oltre 220 chilometri di strade e gli attuali 9.100 punti luce hanno un consumo annuo di 3,5 milioni di kwh

Novità in arrivo in materia di pubblica illuminazione per il Comune di Cesenatico. Per i prossimi nove anni il servizio sarà affidato a Citelum Groupe, l’azienda che si è aggiudicata la gara nazionale sulla pubblica illuminazione. Nel 2004 l’Ente aveva affidato la gestione della pubblica illuminazione a Gesturist, mentre dal 2012 il servizio è passato in capo alla società in house Cesenatico Servizi. La Giunta comunale, infatti, ha aderito alla convenzione Consip denominata “Luce 3” per la fornitura elettrica, la gestione e la manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione. Il contratto vedrà la riconversione a led di circa 9.000 punti luce e investimenti per oltre 2,8 milioni di euro sulle linee e sugli impianti.

Il Comune, grazie alla convenzione, potrà godere di tariffe agevolate per eventuali interventi extra canone fino a 1,2 milioni di euro senza interessi. Grazie a questi investimenti si otterrà una riqualificazione completa degli impianti e la loro messa in sicurezza nel rispetto delle normative e con un risparmio energetico che si aggira intorno al 60%. Cesenatico ha una rete di pubblica illuminazione estesa su oltre 220 chilometri di strade e gli attuali 9.100 punti luce hanno un consumo annuo di 3,5 milioni di kwh.

“Si tratta – esordisce il sindaco Matteo Gozzoli - di un intervento necessario alla riqualificazione degli impianti cittadini di pubblica illuminazione. La messa in sicurezza delle linee (molte delle quali molto vetuste) e la conversione a led finalizzata al risparmio energetico erano priorità non più rimandabili. Grazie all’accordo con Citelum andremo a riqualificare questo importante servizio e inoltre rimetteremo a norma gli impianti".

Proprio su questo aspetto interviene l’assessore ai lavori pubblici Valentina Montalti: "La riqualificazione energetica della pubblica illuminazione fa parte del disegno complessivo di riduzione delle emissioni e dei consumi che ci siamo posti come obbiettivo fin da subito e che stiamo portando avanti sia sulla mobilità sostenibile che sul piano del patrimonio pubblico. L’opportunità di efficientare la pubblica illuminazione in tempi rapidi e un contratto di durata ragionevole offre una pronta risposta a tutte le segnalazioni dei cittadini che oggi vivono situazioni di disagio a causa dello spegnimento alternato dell’impianto”.  

Ad entrare più nel dettaglio degli interventi è Giovanni Rossi, direttore Citelum area centro: "Citelum gestisce 2,5 milioni di punti luce in tutto il mondo. In Italia gestione la pubblica illuminazione di città come Venezia, Napoli, Perugia e Siena. Nel territorio gestiamo Comacchio e Santarcangelo. Con la convenzione Citelum si impegna a realizzare 2,8 milioni di investimenti. Partendo ad ottobre siamo convinti che potremo terminare i lavori entro la fine del 2018. Da sottolineare il grosso risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale, con le tonnellate di petrolio equivalente consumate che passeranno da 930 a 340 e con i kg di anidride carbonica che si riducono da 355.70 a 129.78. Nei prossimi mesi con gli uffici tecnici definiremo i progetti e gli interventi che successivamente l’amministrazione condividerà con i cittadini".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Ippodromo, si riparte: tradizione quasi centenaria, turisti e lavoro per 150 giovani

  • Economia

    Si riaccendono i riflettori dell'Ippodromo, torna la storica corsa del venerdì: tutte le novità

  • Cronaca

    Stalla della vergogna, il sindaco: "Turroni, quello che non voleva la diga di Ridracoli?"

  • Cronaca

    42 anni dopo la classe si ricompone: si riabbracciano gli ex compagni dell'elementare di Diegaro

I più letti della settimana

Torna su
CesenaToday è in caricamento