Risparmi energetici grazie alla tecnologia a led per cinquemila punti luce pubblici

La città di Cesena entra nella tecnologia della riqualificazione energetica del terzo millennio. L'intervento è già in corso da parte di Hera Luce

La città di Cesena entra nella tecnologia della riqualificazione energetica del terzo millennio. E' già in corso da parte di Hera Luce, e terminerà a maggio di quest'anno,  l'ammodernamento di quasi cinquemila punti di luce pubblici  con le moderne tecnologie a Led. In concreto il 28% degli oltre 14.500 gestiti da Hera che assieme agli altri 7.500 a carico del comune costituiscono i 22mila punti  d'illuminazione globale della città e della periferia. Il costo complessivo dell'intera opera si aggira su 2,3 milioni di euro e saranno tutti a carico di Hera Luce senza nessun aggravio per l'utente e per la bolletta energetica, infatti i risparmi sui costi di gestione, quantificabili in oltre 340mila euro, ammortizzeranno la spesa in alcuni anni.

Nello specifico saranno sostituiti tutti gli apparecchi illuminanti a vapori di mercurio e di parte di quelli a sodio ad alta pressione e a regime si avrà un risparmio di 316 Tep (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) e la mancata emissione nell'aria di 682 tonnellate di CO2. “Nello specifico – sottolinea Salvatore Molè, direttore centrale di Hera per l'innovazione – il risparmio globale che si andrà ad attuare è pari al consumo medio annuale di settecento famiglie. Questo significa che oltre duemila persone potranno ricevere luce negli ambienti pubblici praticamente gratuitamente rispetto ad oggi e questo senza un aggravio dei costi per il  comune. Inoltre il sistema Led che andiamo a collocare è in linea con tutte le direttive europee in materia e questo fa di Cesena un caso unico al momento”.

“L'illuminazione con tecnologia a Led – continua Alessandro Battistini, direttore di Hera Luce – permette di avere una definizione migliore dei colori, rendendo più chiaro il campo visivo migliorando la qualità della luce e la sicurezza della viabilità nelle ore serali e notturne, inoltre si migliora alquanto la visibilità in caso di nebbia. Al momento non è ipotizzabile la sostituzione di tutta l'impiantistica cesenate in quanto il rimanente 72% già ora è a basso consumo e ad alta efficienza e non rende vantaggioso economicamente la sua trasformazione. I Led che andiamo a collocare hanno un ciclo di vita che va di 50-70mila ore di utilizzo e le spese di sostituzione, seppure superiori all'attuale, è  uguale in quanto il sistema è più stabile nel tempo.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Dobbiamo anche rammentare – dice il sindaco Paolo Lucchi – che nel contratto stipulato la manutenzione è totalmente a carico di Hera Luce. Nello specifico godranno della nuova illuminazione cento strade del città e di periferia, ventidue parchi, undici giardini. Quello che andiamo facendo è un ulteriore tassello alla sicurezza dei cittadini che va ad aggiungersi all'impegno delle forze dell'ordine e al progetto della videosorveglianza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Coronavirus, oltre 300 contagiati nel Cesenate. In Emilia Romagna sono più di 12mila

  • Centinaia di imprese chiedono di restare aperte: la prefettura sospende le prime 184 per "attività non essenziale"

  • Sono 740 i positivi in provincia, Cesena piange la sesta vittima del Coronavirus

Torna su
CesenaToday è in caricamento