Una mostra per ricordare Giovanni Cappelli a 25 anni dalla scomparsa

  • Dove
    Galleria Damasco
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 07/12/2019 al 06/01/2020
    dalle 16 alle 19
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Sono ben trentasei le opere pittoriche del celebre artista Giovanni Cappelli provenienti da collezioni private riunite alla Galleria Damasco di Cesena nella mostra che viene inaugurata sabato 7 dicembre, alle ore 18, e continua fino a lunedi 6 gennaio.

Cappelli viene qui ricordato a 25 anni dalla scomparsa, e dunque l’iniziativa assume una particolare importanza per la città che al pittore ha dato i natali.
“Non si tratta di un evento meramente celebrativo – si precisa alla Galleria Damasco – ma di un sentito omaggio che abbiamo inteso rendere a Giovanni Cappelli rivisitandone la vicenda creativacosì particolare nel panorama figurativo del secondo ‘900,e questo a distanza di oltre un trentennio dall’ultima retrospettiva allestita qui a Cesena. Il titolo che abbiamo assegnato alla mostra vuole rimarcare la straordinaria umanità, il personale coinvolgimento che questo nostro artista ha riflesso nella sua pittura. Non a caso Cappelli in più di un’occasione ha affermato d’aver sempre, in fondo, dipinto se stesso”.
Nella mostra non mancano gli spunti d’interesse. Vi compaiono esemplari noti, giustamente indicati dalla critica tra i più rappresentativi della pittura del maestro, ma diverse sono pure le opere di particolare pregio mai prima esposte in pubblico. Si va dalla fase giovanile del pittore, precoce protagonista della stagione realista nell’immediato dopoguerra -allorché non a caso Cesena fu allora indicata dalla critica tra le piccole capitali della rinascente cultura figurativa italiana - al lungo periodo milanese che ha visto Cappelli tra gli esponenti di spicco dell’espressionismo europeo. 
“Alla Damasco - afferma lo studioso Orlando Piraccini, ideatore della mostra unitamente ai tre soci della Galleria Damasco (Mario Bizzocchi, Chiara e Sara Fabbri), - ci si può esercitare nel tentativo di dar risposta a certi interrogativi in fondo non ancora pienamente soluti: se, ad esempio, come qualche critico ha sostenuto, l’artista abbia dato il meglio di sé dal momento d’incontro con il cenacolo esistenzialista meneghino, con quella sua speciale pittura intrisa di realtà e di sentimento. O se, come qualche estimatore preferirebbe, il Cappelli più icasticamente convincente è davvero quello che nella stagione del grande e lacerante conflitto tra realismo ed astrattismo, nei primi anni ’50, si è precocemente indirizzato verso una nuova figurazione marcatamente espressionista, nutrita da una poetica esistenzialista ed intimista”. 

La mostra Giovanni Cappelli. La pittura come speranza si inserisce in un programma di iniziative volte a ricordare la figura e l’opera dell’artista, che vedono coinvolti l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena e la Società Amici del Monte. 
Apertura al pubblico fino a lunedi 6 gennaio 2020 con aperture quotidiane della galleria dalle 16 alle 19, tranne lunedi e giovedi.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Ciak si mangia", 70 anni di cinema da assaggiare in una doppia mostra

    • Gratis
    • dal 24 gennaio al 20 marzo 2020
    • cinema San Biagio
  • Le carte di Seneca esposte per un mese alla Biblioteca Malatestiana

    • dal 1 al 29 febbraio 2020
    • Biblioteca Malatestiana
  • "Arpad Weisz, una storia di sport e razzismo", una mostra per non dimenticare alla Galleria Pescheria

    • Gratis
    • dal 8 febbraio al 8 marzo 2020
    • Galleria Ex Pescheria

I più visti

  • Annullata la festa di Carnevale sul Porto Canale

    • Gratis
    • dal 23 al 25 febbraio 2020
    • porto canale di Cesenatico
  • Annullato il "Carnevale da favola"

    • solo oggi
    • 25 febbraio 2020
    • Mercato coperto
  • Il tour a due voci di Raf e Tozzi giunge a Cesena

    • 7 marzo 2020
    • Carisport
  • Annullato "Lo Spettacolo del Cuore"

    • Gratis
    • 29 febbraio 2020
    • Teatro Petrella
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento