Una esilarante notte da Oscar a Savignano

And the winner is… Conosciamo tutti benissimo la frase con cui vengono annunciati i vincitori degli Oscar, e molti di noi si ricordano anche qualche episodio fuori programma: l’annuncio del vincitore sbagliato da parte di Warren Beatty e Faye Dunaway nel 2017, l’esultanza plateale di Roberto Benigni nel ’99, il memorabile “Thank you, dear Giuletta, and please, stop crying!” di Federico Fellini nel ’93. Poco altro. I discorsi di accettazione passano difficilmente alla storia, con rare eccezioni. La più clamorosa ce la regala l’attrice spagnola María Pilar Pérez Aspa nello spettacolo Isabel Green, in calendario mercoledì al Cinema Teatro Moderno di Savignano sul Rubicone.

Lo spettacolo, che chiude la stagione teatrale di Savignano, mette in scena il più esilarante discorso di accettazione dell’Oscar mai ascoltato. María Pilar Pérez Aspa – allieva di Ronconi, già candidata ai Premi Ubu – interpreta la fantomatica Isabel Green, una star di Hollywood che ha appena vinto l’Oscar come miglior attrice protagonista. È sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles, con in mano la statuetta che sognava fin da quand’era bambina, e inizia il suo discorso. Ma i ringraziamenti, che dovrebbero durare al massimo quarantacinque secondi, si protraggono in un continuo rilancio tragicomico e paradossale. Mentre inventa improbabili campagne umanitarie o manda messaggi in diretta al figlio che non vede da anni – tutto con lo scopo di restare sul palco qualche minuto in più – Isabel si rende progressivamente conto della sua condizione: ha dedicato tutta la vita alla sua più grande passione, ha raggiunto la fama e il successo, ma adesso proprio non ce la fa più.

A pochi giorni dalla cerimonia degli Oscar, le contraddizioni dello star system tornano alla ribalta grazie a un testo che prende ironicamente di mira la “società della stanchezza”. L’autore del monologo è uno dei nuovi talenti della drammaturgia italiana, Emanuele Aldrovandi, già vincitore del Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli” under-30. Altrettanto prestigiosa è la regia, affidata a Serena Sinigaglia, vincitrice del Premio della Critica teatrale 2014 e di numerosi altri riconoscimenti.

L’ingresso costa 15 € (12 € per under 27 e over 65). La prevendita è disponibile sul sito www.vivaticket.it, ed è attiva anche al Cinema Teatro Moderno il martedì (10-12) e il mercoledì (17-19). Il giorno dello spettacolo la ­biglietteria apre alle 20.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Noi siamo il suolo, noi siamo la terra", Roberto Mercadini in un monologo per una cittadinanza planetaria

    • solo domani
    • 20 gennaio 2020
    • Teatro Bonci
  • La danza indaga il nostro lato più nascosto con "Spectra"

    • solo oggi
    • 19 gennaio 2020
    • teatro comunale di Cesenatico
  • “Ride bene chi ride subito”, tra giocoleria ed equilibrismo con Checco Tonti e Alex Vignoto

    • 26 gennaio 2020
    • Sala Allende

I più visti

  • Benedizione del pane e cena tutti insieme, la parrocchia di Villachiaviche celebra Sant'Antonio: "Teniamo vive le tradizioni"

    • oggi e domani
    • Gratis
    • dal 18 al 19 gennaio 2020
    • parrocchia di Villachiaviche
  • Vintage, musica e divertimento in centro con il Garage Sale

    • solo domani
    • Gratis
    • 19 gennaio 2020
    • Mercato Coperto di Cesena
  • Rivivere gli anni di Malatesta Novello: un pomeriggio storico in biblioteca

    • solo oggi
    • Gratis
    • 18 gennaio 2020
    • Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana
  • Tante bontà da gustare con la Festa de Bagoin ma la Tora

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 17 al 19 gennaio 2020
    • Villa Torlonia
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento