Al Comunale di Cesenatico Ara Malikian e Fernando Egozcue Quinteto

  • Dove
    Teatro Comunale
    Indirizzo non disponibile
    Cesenatico
  • Quando
    Dal 28/02/2014 al 28/02/2014
    21
  • Prezzo
    platea/palchi € 15 loggione € 10
  • Altre Informazioni

Venerdì alle ore 21 è in programma l'appuntamento al Teatro Comunale di Cesenatico con la rassegna di Musica sulle note di matrice argentina di Ara Malikian e Fernando Egozcue Quinteto. Il quintetto, diretto dal violinista libanese Ara Malikian e dal chitarrista argentino Fernando Egozcue  accompagnati da Costanza Lecher al pianoforte, Miguel Rodrigáñez  al contrabbasso, Martín Bruhn alle percussioni, presenta sonorità argentine, composte dallo stesso Fernando Egozcue, concepite come musica da camera con uno sviluppo ritmico forte e fluido.

La formazione classica, l’influenza del jazz e della musica contemporanea si mescolano dando spazio alla passione e alla forza espressiva della musica autentica e affascinante di Fernando Egozcue. Lo stile, la presenza e la personalità di Ara Malikian conferiscono la giusta profondità alle composizioni di Egozcue, trasformando le melodie con il suo violino in modo personale e appassionante. Inoltre, gli strumenti del Quintetto (violino, chitarra, pianoforte, contrabbasso e percussioni) e le peculiarità dei singoli musicisti che lo compongono, apportano la consistenza ritmica e la solidità armonica necessarie per permettere il fluire della musica con uno stile originale.

Ara Malikian incontra Fernando Egozcue e la sua musica in occasione di una tournèe in Spagna nel 1998. Nel 2007 i due artisti incidono insieme il CD "Lejos" (Warner Music) presentato in agosto al Templo de Debod di Madrid, e più recentemente hanno collaborato al nuovo progetto "Con los Ojos cerrados…". Libanese di origini armene, Ara Malikian ha iniziato a studiare violino molto presto dapprima ad Hannover e poi a Londra insieme a docenti riconosciuti come Franco Gulli, Ruggiero Ricci, Ivry Gitlis, Herman Krebbers nonché con i componenti dell’Alban Berg Quartet. La sua continua ricerca musicale ed umana lo ha condotto ad approfondire la relazione con le sue radici armene e ad assimilare musiche provenienti da altre culture: dal Medio Oriente (araba e ebrea), dall’Europa centrale (gitana e klezmer), dall’Argentina (Tango) e dalla Spagna (Flamenco).

Il suo vasto repertorio include gran parte delle maggiori composizioni per violino (concerti per orchestra, sonate e brani per pianoforte e per musica da camera), ed è inoltre uno dei pochi violinisti che da solista esegue opere complete come i 24 Capricci di Paganini, le 6 Sonate di Eugene Ysaÿe e le Sonate e Partite di Bach. Premiato in prestigiosi Concorsi internazionali, Malikian si è esibito nelle Sale da concerto e nei Festival più importanti in tutto il mondo, come violinista solista è stato invitato da grandi Orchestre, diretto dalla bacchetta di Direttori di grande fama e vanta un’ampia discografia (comprese “Le Quattro Stagioni” di Antonio Vivaldi di ha venduto per l’Unicef più di 80.000 copie). Il violinista attualmente risiede a Madrid dove è maestro concertatore dell’Orchestra Sinfónica de Madrid, orchestra residente della Madrid Royal Opera. (Guarda il video di una sua esecuzione).

Fernando Egozcue, chitarrista e compositore argentino, è autore di un genere musicale originale nato dalla combinazione di musica classica, jazz e musica contemporanea. La sua produzione include composizioni per chitarra solista e per quartetto, quintetto, settetto e Orchestre, è autore di colonne sonore di numerosi film e delle musiche di opere teatrali e di spettacoli di danza, in cui spesso si esibisce dal vivo. La discografia di Fernando Egozcue conta nove dischi che lo vedono compositore ed esecutore, l’ultimo dei quali, “Con los Ojos cerrados…”, proprio con Ara Malikian.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Dall’antico all’attualità”, le donne remote e presenti di Luciano Navacchia

    • Gratis
    • dal 7 marzo al 13 aprile 2020
    • Galleria Comunale d’Arte “Leonardo Da Vinci”
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento