Teatro Petrella a porte aperte: tante visite per ammirare questo gioiello ottocentesco

La vita del Teatro, oltreché degli spettacoli, è fatta anche di residenze teatrali e di possibilità di visita alla struttura per scoprirne storia e aneddoti

Longiano, Bandiera Arancione del Touring Club fin dal 2005 per la sua ricca offerta turistica di qualità, dopo l’emergenza coronavirus è ripartita: dal mese di maggio sono già aperti al pubblico e pienamente operativi i suoi cinque musei e l’Ufficio Turistico.

Il Museo d’Arte Sacra, Museo della Ghisa, Galleria delle Maschere, Museo del Territorio sono aperti tutti i sabati, domeniche e festivi al pomeriggio h 14.30-18.00. Il Castello Malatestiano - Fondazione Tito Balestra è aperto martedì alla domenica, h 10.00-12.00 e 15.00-19.00. L'Ufficio Turistico UIT Longiano è aperto dal mercoledì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30; sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00. L’ingresso è possibile un utente alla volta e solo indossando la mascherina. I materiali cartacei vengono consegnati dall’operatore agli utenti.

Il Rifugio Bellico è aperto tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.Le chiese storiche del Centro (Collegiata di San Cristoforo e Santuario del Ss. Crocifisso) sono aperte tutti i giorni sia alla mattina che al pomeriggio, e sono visitabili sempre rispettando le norme sanitarie.
Presto verranno resi noti i programmi dei vari eventi estivi organizzati dal Comune e quelli della Fondazione Tito Balestra.

Il Teatro Petrella ha, ovviamente, dovuto rinunciare alla seconda parte della sua stagione, ed è chiuso da fine febbraio. Ma la vita del Teatro, oltreché degli spettacoli, è fatta anche di residenze teatrali e di possibilità di visita alla struttura per turisti, visitatori, appassionati, semplici curiosi, nell’attesa che riparta la stagione nel prossimo autunno. 

Fiore all’occhiello della cultura italiana, il Petrella è un piccolo gioiello ottocentesco da 200 posti, tipico teatro all’Italiana con pianta a ferro di cavallo, platea, due ordini di palchi e un loggione, dall’acustica leggendaria – persino oggetto di studio! – e dalla storia travagliata e straordinaria. Inaugurato proprio centocinquant’anni fa, nel 1870, dopo vent’anni di vari e as-sai ambiziosi progetti, venne parzialmente danneggiato nel corso dei bombardamenti del 1944 e rinacque a nuova vita solo nel 1986, divenendo un punto di riferimento nazionale per resi-denze teatrali e anteprime coi maggiori cantautori e attori della scena italiana e non solo, come testimoniato dalla straordinaria galleria delle celebrità ritratte nelle foto scattate da Viterbo, Fabiana e Matteo Rossi, in mostra nella Sala da tè.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La visita al Teatro Petrella è gratuita ed è possibile solo per piccolissimi gruppi (massimo 5 persone), su prenotazione con almeno cinque giorni d’anticipo (tel. 0547 665484, dal mercoledì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30, sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00), oppure mail a iat@comune.longiano.fc.it). Naturalmente, è obbligatorio rispettare il distanziamento interpersonale, le norme igienico-sanitarie vigenti, con sanificazione delle mani, indossando la mascherina e mante-nendo la distanza interpersonale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio temporali tra sabato e domenica, l'allerta meteo della Protezione civile

  • Paura in A14, un camion si ribalta sul fianco della carreggiata: perde la vita un cavallo

  • Tragico schianto in moto: perde la vita il sammaurese Andrea Novelli, presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Paura in autostrada, il camion Hera prende fuoco: l'autista si rifugia nella corsia d'emergenza

  • Ancora un incidente, scontro frontale all'incrocio: il centauro finisce all'ospedale

  • Covid-19, il virus torna a farsi vedere: sono quattro i nuovi casi nel Cesenate

Torna su
CesenaToday è in caricamento