Maurizio Ferrini debutta come cantante a "Sono Romagnolo" con un brano scritto con Elio

Confermata la partecipazione a "Sono Romagnolo", la tre giorni alla Fiera di Cesena dedicata all'identità e alla cultura romagnola che si terrà dal 3 al 5 marzo, dell’artista che "più romagnolo di così non si può": Maurizio Ferrini, nato e cresciuto in quel di Cesena, diventato poi un artista di grande rilievo nazionale.

Sarà una doppia sorpresa per il pubblico dei suoi fan più affezionati, perché il Ferrini trasformista, nostalgico, visionario iperbolico e criptico, appartenente all’insuperabile e intramontabile stirpe "Arborigena", ha deciso di spiazzarci anche questa volta scegliendo di debuttare come cantante proprio nella sua Cesena imbandita a festa, interpretando una sua canzone-dedica intitolata “Terra d’Amor”, una vera e propria dichiarazione d’amore per la terra, la gente, il cibo, il sole, il mare e le bellezze della Romagna, in particolar modo le donne. Una sonata che poteva salire sul celebre palco dell’Ariston, scartata però dalla selezione dei big al Festival di Sanremo. "Mi ero iscritto al Festival con la domanda numero 41 - racconta il comico cesenate - ma sono stato bocciato". E così Ferrini si è dovuto accontentare della kermesse Sanremo per il Sociale, rassegna collaterale di scena al Teatro dell'Opera del Casinò nelle stesse giornate della kermesse, di cui Ferrini è stato co-presentatore insieme a Patrizia del Vasco. Proprio in questo contesto l’ex brigadiere Gridelli ha dato appuntamento a "Sono Romagnolo", annunciando il suo debutto come cantante, ospite della prima serata (3 marzo ore 20:00) e in quella di chiusura (domenica 5 alle ore 16:00).

Il brano nasce da un’inedita collaborazione di Maurizio Ferrini con due grandi miti della musica: Elio per il testo e Maurizio Fabrizio (compositore per artisti quali Mia Martini, Angelo Branduardi, Renato Zero e Al Bano) per la musica. Un triangolo strategico, in ambito artistico, tra Lombardia con Elio, Lazio con Maurizio Fabrizio e Romagna con Maurizio Ferrini, per esaltare e celebrare simpaticamente tutti insieme un territorio che, nell’immaginario collettivo di tante generazioni, in Italia come all’estero, ha rappresentato e rappresenta tuttora il luogo ideale del bel vivere, della simpatia e dell’amore.

Il progetto artistico-discografico è curato da Adriano Fabi, produttore e manager di Renzo Arbore, per la Wing S.r.l. La kermesse "Sono Romagnolo" è realizzata da Cesena Fiere e Media Consulting con la direzione artistica affidata a Giordano Sangiorgi, patron del Mei - Meeting delle Etichette Indipendenti e organizzatore de La Notte del Liscio e della Festa della Musica dei Giovani per il MIbact.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Un tuffo negli anni ’50 “Tra dive e maggiorate. Attrici nel cinema italiano degli anni ‘50”

    • Gratis
    • dal 8 marzo al 30 aprile 2018
    • Cinema San Biagio
  • Le lastre ritrovate. In mostra le memorie della famiglia Orsi Mangelli

    • Gratis
    • dal 8 aprile al 13 maggio 2018
    • Galleria Comunale d’Arte “Leonardo Da Vinci”
  • "Origini dell'artista": Silvano Fabiani espone a Bagno di Romagna

    • Gratis
    • dal 25 marzo al 3 giugno 2018
    • Palazzo del Capitano

I più visti

  • Prima assoluta a Cesena per il Festival delle mongolfiere: il programma

    • dal 12 al 13 maggio 2018
    • Ippodromo Cesena
  • A Cesenatico torna l'appuntamento con "Azzurro come il Pesce"

    • Gratis
    • dal 27 aprile al 1 maggio 2018
    • Porto Canale
  • Tra la sabbia si potrebbe nascondere un tesoro: a Cesenatico tornano i cercatori d'oro

    • Gratis
    • 29 aprile 2018
    • spiaggia libera di Cesenatico
  • Un tuffo negli anni ’50 “Tra dive e maggiorate. Attrici nel cinema italiano degli anni ‘50”

    • Gratis
    • dal 8 marzo al 30 aprile 2018
    • Cinema San Biagio
Torna su
CesenaToday è in caricamento