"Lettere a Nour", un dialogo sulle culture con Franco Branciaroli e Marina Occhionero

Da giovedì 28 a domenica 31 marzo sul palcoscenico del Teatro Bonci torna un maestro del teatro italiano, Franco Branciaroli, che, diretto da Giorgio Sangati, si confronta con il testo di urgente attualità di Rachid Benzine, islamologo e filosofo francese di origine marocchina. Lettere a Nour è una produzione di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Centro Teatrale Bresciano e Teatro de Gli Incamminati. Franco Branciaroli e Marina Occhionero sono rispettivamente in scena padre e figlia: due sguardi sul presente antitetici, due punti di vista sull'islam indagati senza pregiudizi.

Lo spettacolo, con le musiche originali del trio Mothra, ha debuttato il 14 giugno al Ravenna Festival.
Rachid Benzine è uno degli esponenti di spicco di quella nuova generazione di intellettuali dediti allo studio del Corano in un'ottica di dialogo con le altre culture e religioni occidentali. Sociologo di formazione, sul finire degli anni Novanta, poco più che ventenne, avvia una profonda conversazione su islam e cristianesimo con il prete Christian Delorme, da cui nasce il fortunato libro Abbiamo tante cose da dirci (1998, trad. it. 2000). Negli anni successivi approfondisce i suoi interessi filosofici, studiando l'opera di Paul Ricoer, Michel Foucault e Jacques Derrida e traendone spunto per tornare alla lettura del Corano. È sull'onda di questi studi che predono forma alcuni dei lavori più incisivi di Benzine, come Il Corano spiegato ai giovani.

Interpretato da un attore di eccezione come Franco Branciaroli, il cui lungo percorso spesso ha incrociato i complessi orizzonti della riflessione religiosa, Lettere a Nour è diretto dal giovane Giorgio Sangati, regista proveniente dalla scuola di Luca Ronconi e che si sta velocemente imponendo all’attenzione di pubblico e critica. Accanto a Branciaroli in scena Marina Occhionero, giovane e promettente attrice, da poco diplomatasi presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico.

Sabato 30 marzo alle ore 18 è in programma il Conversando di teatro: la compagnia incontra il pubblico nel foyer. L’ingresso è libero.

Orari spettacoli: da giovedì a sabato ore 21, domenica ore 15.30.

Biglietti: intero € 25, ridotto € 18, speciale Giovani e loggione € 15, speciale Scuola € 10.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • "Noi siamo il suolo, noi siamo la terra", Roberto Mercadini in un monologo per una cittadinanza planetaria

    • solo domani
    • 20 gennaio 2020
    • Teatro Bonci
  • La danza indaga il nostro lato più nascosto con "Spectra"

    • solo oggi
    • 19 gennaio 2020
    • teatro comunale di Cesenatico
  • “Ride bene chi ride subito”, tra giocoleria ed equilibrismo con Checco Tonti e Alex Vignoto

    • 26 gennaio 2020
    • Sala Allende

I più visti

  • Benedizione del pane e cena tutti insieme, la parrocchia di Villachiaviche celebra Sant'Antonio: "Teniamo vive le tradizioni"

    • oggi e domani
    • Gratis
    • dal 18 al 19 gennaio 2020
    • parrocchia di Villachiaviche
  • Vintage, musica e divertimento in centro con il Garage Sale

    • solo domani
    • Gratis
    • 19 gennaio 2020
    • Mercato Coperto di Cesena
  • Rivivere gli anni di Malatesta Novello: un pomeriggio storico in biblioteca

    • solo oggi
    • Gratis
    • 18 gennaio 2020
    • Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana
  • Tante bontà da gustare con la Festa de Bagoin ma la Tora

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 17 al 19 gennaio 2020
    • Villa Torlonia
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    CesenaToday è in caricamento