“La Classica che non ti aspetti”, orchestre e artisti romagnoli per un programma variegato

Primo concerto con l'Orchestra da Camera di Rimini. Il direttore Stefano Pecci: "un programma fruibile da qualsiasi ascoltatore"

“La Classica che non ti aspetti” questo il motivo che ispira l'edizione 2019 della Stagione Classica a Cesenatico. Una programmazione coraggiosa che sfida il triste ritornello secondo cui nessuno è profeta in patria. Come spiega il direttore artistico Thomas Cavuoto “quest'anno abbiamo puntato l'attenzione su quei musicisti romagnoli particolarmente noti fuori le mura cittadine e abbiamo preparato un programma di facile ascolto che si arricchisce di nuove proposte e teatralità”.

Un programma “andante con brio” che debutterà al teatro Comunale di Cesenatico domenica 13 gennaio dalle 17 con l'Orchestra da Camera di Rimini e i suoi 18 archi a cui si uniscono il soprano Caterina Tonini e Thomas Cavuoto alla viola. Il concerto è tutto un programma e lo sveliamo solo in parte. Tra i palchi e la platea si muoveranno veloci le note di Rolla, il maestro di Paganini con il suo “Divertimento” brano che spicca per il suo virtuosismo ad oggi un dei brani per viola più eseguiti nei teatri d'Italia e che sarà eseguito per la prima volta a Cesenatico. Poi il soprano Caterina Tonini si unirà all'orchestra per tre Arie di Mozart.

Il Concerto in sol minore per orchestra d'archi di Antonio Vivaldi chiude un excursus sonoro che accarezza tutto il '700 e parte del '600.

“È un'occasione unica – ha detto Stefano Pecci, il direttore - si tratta di un programma fruibile da qualsiasi ascoltatore erudito e non. Non è usuale avere la possibilità di ascoltare questo repertorio eseguito da musicisti del nostro territorio”.

Una rassegna, tante anime per un poker di proposte all'insegna della melodia sopraffina. La Classica che porta in scena i virtuosismi di Rolla, il maestro di Paganini, riscoperti e portati al Comunale dall'Orchestra da Camera di Rimini. 

La Classica che si tinge di barocco (27 gennaio) con la prestigiosa firma di Alessandro Tampieri, un'occasione unica e rara per scoprire e sentire la viola d'amore strumento che solo pochi al mondo sanno suonare. La Classica che si unisce al teatro grazie a Ornitophonica (10 febbraio) e la Classica tra le righe con i grandi alfieri del pentagramma che risuoneranno al comunale il 24 febbraio.

Il costo dei biglietti è di 10 euro sia per platea che per i palchi; prenotazioni presso ufficio Cultura e Teatro di via Armellini, 18B (Museo della Marineria­) tel. 0547 79274 da lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13, oppure è possibile acquistare il biglietto il giorno del concerto direttamente in teatro.

Potrebbe interessarti

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

  • Aperitivi all'aperto a Cesena: ecco la top 5

  • Controllo caldaie, le informazioni su pulizia e controlli fumi

  • I 5 segreti della tintarella perfetta

I più letti della settimana

  • Non rientra a casa: i familiari lo trovano in un campo sotto un trattore senza vita

  • Travolta sulle strisce mentre porta a spasso il cagnolino: inutile la corsa al Bufalini

  • Dopo lo schianto contro una macchina agricola finisce nel fosso: muore all'ospedale

  • Lattuca alza il sipario sulla nuova giunta: ecco la squadra dei suoi assessori

  • Colpito da un malore fatale in spiaggia, muore un turista svizzero

  • 5 trucchi per sopravvivere all'estate senza aria condizionata

Torna su
CesenaToday è in caricamento