Gli scatti cesenati conquistano la Germania

La mostra fotografica “Anouk, Alain, Jean-Louis e gli altri. Attrici e attori francesi nel cinema italiano” viene allestita al Kulturzentrum Moritzhof di Magdeburgo

Gli scatti del Centro Cinema Città di Cesena sono in partenza per la Germania. Dal 21 settembre al 29 novembre, 47 foto in bianco e nero del fondo fotografico cesenate saranno protagoniste alla mostra “Anouk, Alain, Jean-Louis e gli altri. Attrici e attori francesi nel cinema italiano” allestita al Kulturzentrum Moritzhof di Magdeburgo.

La mostra, curata da Antonio Maraldi del Centro Cinema, era già stata presentata lo scorso anno ai "Rendez-vous du cinéma italien" di Reims (17 gennaio- 4 marzo) e all'Istituto Italiano di Cultura di Strasburgo (dal 22 maggio al 30 luglio) e vuole raccontare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra vuole testimoniare l’assidua presenza di attori e attrici francesi nei set italiani durante i decenni dagli anni Cinquanta in poi. Come spiega Antonio Maraldi “Se negli anni Cinquanta erano ancora pochi sugli schermi, come Isabelle Corey in Souvenirs d’Italie o Jacqueline Sassard in Nata di marzo o una giovanissima Brigitte Bardot, nei decenni seguenti la loro presenza si amplia, anche per l’aumentato numero di coproduzioni. E così facendo il clan transalpino occupa presto il palcoscenico: Alain Delon, rivelato in Rocco e i suoi fratelli, Jean-Paul Belmondo, giovane protagonista della Viaccia,  Anouk Aimée, musa di Fellini, Dominique Sanda, l’intensa Micol de Il giardino dei Finzi Contini, Catherine Spaak, conturbante e spregiudicata ragazza degli anni Sessanta. Alcuni si distinguono nei film di genere e, allo stesso tempo, appaiono anche stelle luminose di breve durata nel firmamento italiano. Ma, al di là degli stili e delle epoche, alcuni nomi effettuano nel cinema italiano un viaggio di lungo corso. A cominciare da Jean-Louis Trintignant, attore ‘italiano’ ultraventennale, da riservato studente dell’ Estate violenta a sceneggiatore in crisi ne La terrazza. O ancora Bernard Blier, perfetto uomo qualunque italico, Jacques Perrin, da ragazzo sensibile e sofferente di Cronaca familiare a regista di fama in Nuovo cinema Paradiso. E poi Michel Piccoli, Philippe Noiret, Jean Sorel, Annie Girardot, Fanny Ardant Italiani d’arte e di cuore. E tantissimi altri, fino alle più recenti apparizioni di Lambert Wilson, Juliette Binoche, Isabelle Huppert o Daniel Auteuil che arricchiscono questa bella famiglia franco-italiana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio temporali tra sabato e domenica, l'allerta meteo della Protezione civile

  • Paura in A14, un camion si ribalta sul fianco della carreggiata: perde la vita un cavallo

  • Paura in autostrada, il camion Hera prende fuoco: l'autista si rifugia nella corsia d'emergenza

  • Ancora un incidente, scontro frontale all'incrocio: il centauro finisce all'ospedale

  • Borghese avvistato in riviera, per il suo programma "4 ristoranti" spunta un locale di Cesenatico

  • Paura al Porto canale, scivola accidentalmente in acqua: soccorso dalla Polizia

Torna su
CesenaToday è in caricamento