domenica, 20 aprile 6℃

←Tutti gli eventi

Ricordo di Giulio Capiozzo: XII edizione del Ju Ju Memorial

Redazione CesenaToday21 agosto 2012

Presso all'aperto Dal 23/08/2012 Al 23/08/2012

Giovedì 23 agosto, alle ore 20.00, nella suggestiva cornice della Piazza Spose dei Marinai a Cesenatico, lato ponente del porto canale leonardesco, nella ricorrenza della sua scomparsa (23 agosto 2000), si incroceranno i tamburi, gli strumenti, i ritmi e le improvvisazioni della XII edizione del Ju Ju Memorial dedicato a Giulio Capiozzo, musicista presente nella memoria e nei cuori degli appassionati di musica jazz e non solo.

Il Ju Ju Memorial è un evento consolidato nel panorama degli appuntamenti musicali annuali in Italia, grazie alla partecipazione negli anni di artisti di fama nazionale ed internazionale tra i quali Trilok Gurtu, Jimmy Owens, Luis Agudo, Tony Scott, Randy Bersen, Patrizio Fariselli, Ares Tavolazzi, Paolo Tofani, Mauro Pagani, Eugenio Finardi, Francesco di Giacomo, Enrico Rava, Gianni Giudici, Massimo Manzi, Marco Tamburini. La serata, che sarà caratterizzata come sempre da musica creativa e di qualità, vedrà quest'anno sul palco musicisti che hanno condiviso numerose esperienze con Giulio Capiozzo, accanto a giovani che a lui si sono ispirati come musicista, non solo come batterista: aprirà la serata Vince Vallicelli, storicoblues drummer italiano, con i suoi Tambùrumagna, gruppo di giovani percussionisti da lui guidati che ci porteranno immediatamente al centro del ritmo con i loro tamburi; seguirà Ares Tavolazzi, storico componente e protagonista della ricerca musicale degli AREA,  che sarà presente con un suo Trio jazz, accompagnato dai giovani musicisti Enrico Zanisi al piano e Fabio Di Santo alla batteria; poi Patrizio Fariselli, fondatore e compagno d’avventure di Capiozzo dal primo disco AREA Arbeit macht frei (1972) fino all'ultimo prodotto col nome del gruppo, Chernobyl 7991(edito nel 1997), salirà sul palco con Gigi Cifarelli, chitarrista che ha collaborato con Philipe Caterine, Bireli Lagrene, Mike Stern ed è presente anche in Chernobyl 7991; i due saranno accompagnati da Michele Mecco Guidi all'hammond, che forma un duo consolidato con Christian Capiozzo ( Capiozzo & Mecco), fautore e anima del Ju Ju Memorial, alla batteria; Capiozzo & Mecco saranno poi alla ribalta con Luca Sapio , cantante romano che ha a lungo collaborato Christian nella band Area tribute e che ha coinvolto il duo in un nuovo progetto soul blues, Who knows, disco registrato grazie al produttore Tommy “TNT” Brenneck (D’Angelo, Amy Winehouse, ecc.) nei Dunham Studios siti a Williamsburgh, Brooklyn, New York nel gennaio 2012; con loro nella band suoneranno Matteo Pezzolet, basso, Valerio Guaraldi, chitarra, Alessandro Tomei, sax tenore, Antonio Padovano, tromba, Palmiro Del Brocco, trombone; la band ha recentemente aperto i concerti di Paul Weller (Jam, Style Council) a Ferrara e Vigevano; a questo gruppo si è aggiungerà per chiudere la serata Mario Biondi, che condivide un’amicizia di lunga data con Christian Capiozzo, avendo eseguito nel suo disco Wiscky a gogo(2003) una splendida interpretazione di Spinning Wheel dei Blood Sweet & Tearse avendo partecipato ad un mini tour, nato da questo progetto, nei club di New York, fra cui il NUBLU, prima di esplodere nel panorama musicale italiano con il suo disco Handful of soul.
 
Giulio Capiozzo
Fondatore all’inizio degli anni ’70 insieme a Demetrio Stratos e Patrizio Fariselli dello storico gruppo d’avanguardia degli AREA INTERNATIONAL POPULAR GROUP (che quest’anno ha ricevuto il Danilo, premio del nuovo Imaie, per la vittoria nel referendum indetto dal MEI come i più importanti Artisti indipendenti della musica Italiana degli ultimi 50 anni), Capiozzo è considerato ancora oggi un batterista jazz a livello internazionale, un caposcuola per la sua cifra stilistica; dopo l’esperienza AREA, a partire dai primi anni ‘80 ha suonato in tour italiani e internazionali e inciso in ambito jazzistico con Jimmy Owens, Trilok Gurtu, Gary Bartz, Cameron Brown, Tony Scott, Bruce Forman, Dexter Gordon, Clifford Jordan, George Coleman, George Cables, Harold Land, Lee Konitz, Howard Johnson, Steve Grossman, per citare solo alcuni fra i tanti musicisti di caratura mondiale. Giulio, cultore dell’improvvisazione, coraggioso nel mettersi sempre in gioco, ha reso personale e riconoscibile il suo batterismo per lo stile innovativo, sicuro nel timing, amante dei tempi dispari (come l'anno passato ha testimoniato lo stesso Trilok Gurtu al Memorial), sempre teso alla ricerca, creativo, personale nella accordatura stessa dello strumento, un vero blues drummer, come lo definivano gli amici musicisti americani.

Commenti

    Tutte le location di Cesena

    Per mangiare in zona:

    Tutti i Ristoranti di Cesena