Matteo Bini a Cesena protagonista della seconda giornata di Piazze di Cinema

La seconda giornata del festival, venerdì, vede ospite il regista Matteo Bini -originario di Bergamo, classe 1983 e coautore con Giorgio Pasotti di "Io, Arlecchino", che incontrerà il pubblico di Aperitivo con l’autore da Tamla (vicolo Cesuola 6) a partire dalle 19,30.

Entra nel vivo Piazze di Cinema, la rassegna dedicata alla settima arte che fino all’11 luglio anima Cesena e il suo centro storico con una ricca e articolata programmazione che comprende, fra l’altro, un concorso per opere prime, una sezione retrospettiva dedicata al cinema sulla Grande Guerra, una rassegna in omaggio a un attore o regista italiano e una sezione dedicata alle pellicole penalizzate da una scarsa distribuzione ma meritevoli di essere viste. La seconda giornata del festival, venerdì, vede ospite il regista Matteo Bini -originario di Bergamo, classe 1983 e coautore con Giorgio Pasotti di "Io, Arlecchino", che incontrerà il pubblico di Aperitivo con l’autore da Tamla (vicolo Cesuola 6) a partire dalle 19,30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La serata continua alle 21,45 all’Arena S. Biagio (via Serraglio 20) con il saluto al pubblico di Matteo Bini e, subito dopo, la proiezione di Io, Arlecchino, in concorso per il Premio Monty Banks, riservato alle opere prime. Il film, con Giorgio Pasotti, Roberto Herlitzka e Valeria Bilello, racconta della vita di Paolo, noto conduttore di un talk show televisivo che sarà costretto a tornare nel piccolo villaggio medievale di Cornello del Tasso, in provincia di Bergamo, dove il padre Giovanni è gravemente ammalato. Ex attore teatrale e famoso Arlecchino, Giovanni manifesta il desiderio di voler spendere gli ultimi mesi della sua vita continuando a recitare con la piccola compagnia teatrale del paese, mettendo in scena spettacoli di Commedia dell’arte. Il ritorno al paese, ed il contatto con il padre e il suo mondo, porteranno Paolo a ricucire un rapporto con le sue origini, a ridefinire la sua identità e a riscoprire il tesoro artistico rappresentato dal personaggio di Arlecchino. Al termine della proiezione, è previsto un intervento del regista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato dalla Polizia, la scusa è incredibile: "Sto andando a curare un amico ferito da uno squalo"

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Cesena, Gambettola e Mercato Saraceno: un bollettino nero con altri decessi

  • Rimini si blinda, varchi d'accesso in 16 strade di comunicazione con il cesenate

  • Coronavirus, 199 i malati: 4 in Rianimazione. La mappa del contagio nei comuni nel cesenate

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

Torna su
CesenaToday è in caricamento