Workshop su come prevenire la crisi d’impresa che può sfociare nella mortalità imprenditoriale

Organizzato dalla Confcommercio cesenate che parteciperà con il maggior pubblico di imprenditori alla Assemblea nazionale di Roma

Come prevenire la crisi d’impresa che può sfociare nella mortalità imprenditoriale, problema rilevante del nostro territorio cesenate, provinciale e romagnolo, dove i decessi aziendali sono in crescita, anche per quel che attiene imprese sul mercato da pochi anni. Di questa emergenza economica che produce gravi riflessi sociali e ricadute depressive sul territorio, si è occupato il workshop gratuito promosso da Ri-genera Impresa, laboratori gestionale di assistenza e consulenza finanziaria che opera in seno alla Confcommercio cesenate in collaborazione con Teikos Solutions e Planning 4, che si è tento  nella prestigiosa location dell’aula magna della Biblioteca Malatestiana. Il work shop si è intitolato “Soluzioni di allerta e prevenzione per rispondere alla nuova legge sulla crisi d’impresa” ed è stata illustrata una metodologia che, muovendo dall’analisi del merito creditizio aziendale, sia in grado di fornire risposte circa la futura solvibilità e solidità aziendale, coinvolgendo l’aula tramite un business game. Relatori gli esperti Andrea Casadei, Giorgio Montanari e Roberto Spaccini. “Con l’approvazione del testo unico sulla disciplina della crisi di impresa e di insolvenza, il legislatore - rimarca il coordinatore di Rigenera Impresa Alberto Pesci, vicedirettore di Confcommercio Cesena - si pone il tema di adottare soluzioni di controllo che permettano di anticipare la crisi di una azienda e quindi attivare dei segnalatori di allerta utili ad attivare interventi correttivi necessari. Una azienda può entrare in crisi per fattori esogeni (per esempio mercato di riferimento e cambiamento di commesse) o per fattori endogeni (errata gestione finanziare o del magazzino o errati piani di investimento) e su questo elemento che l’imprenditore o il responsabile finanziario devono tenere alta la guardia. La pianificazione finanziaria economico e patrimoniale corretta diventa quindi la strada da percorrere non necessariamente solo per le grandi aziende che in molti casi hanno figure preposto a tale scopo ma anche per le aziende di piccole e medie dimensioni”. 

Confcommercio cesenate in tutti questi anni è tra le associazioni territoriali che partecipa con maggior pubblico di imprenditori alla Assemblea nazionale di Confcommercio. Anche quest'anno non sarà da meno. "Torna l’appuntamento annuale con l’assemblea nazionale “Confcommercio Imprese per l’Italia’’ - informa il presidente Confcommercio cesenate Augusto Patrignani -  che offre l’opportunità di presentare dalla viva voce del nostro presidente Carlo Sangalli con autorevolezza alle forze politiche ed al Governo le istanze dei settori che si riconoscono nella Confederazione e le nostre proposte e aspettative per la valorizzazione del ruolo delle imprese. Si tratta di un’occasione che soprattutto permette di vivere l’appartenenza associativa che da sempre ci contraddistingue. Si terrà giovedì 6 giugno alle 10.30 all’auditorio di via della Conciliazione a Roma. Confcommercio cesenate, come tutti gli anni , organizza il pullman per gli associati. Partenza alle 3.30, dopo l’assemblea visita libera alla città o, per chi vuole, visita guidata a Trastevere e al ritorno, sosta per la cena offerta dalla Confcommercio, come suggello di una bella giornata di unità e amicizia associativa".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in stazione: è una 13enne la giovane morta sui binari

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia in campagna, finisce sotto le ruote del trattore: muore un agricoltore

  • Sciagura sui binari, muore una donna. Cancellazioni e treni in ritardo sulla linea Adriatica

  • Una lezione sulla nutrizione con la modella "sosia" di Belen Rodriguez

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

Torna su
CesenaToday è in caricamento