Verghereto, le imprese chiedono più cave per garantire l'occupazione

Il direttivo di Confartigianato Valle del Savio presieduto da Elsa Cangini e il responsabile di delegazione Pierluigi Battistini hanno sottolineato che l'assetto istituzionale e i processi di aggregazione e fusione debbono essere finalizzati a migliorare il funzionamento della macchina amministrativa

Rafforzare il tessuto produttivo, le imprese e la qualità della vita e del lavoro nel comune di Verghereto e nel territorio montano è stato il tema saliente del confronto tenutosi nella sede di Confartigianato a San Piero in Bagno tra il sindaco di Verghereto Enrico Salvi e il direttivo di Confartigianato, promosso in occasione della verifica su un anno di mandato della amministrazione vergheretina.

"Rispetto a vent'anni fa quando feci il mio primo mandato da sindaco - ha detto Salvi - le cose sono molto peggiorate per chi amministra un Comune, specie se piccolo come il nostro e la carenza gravissima di risorse rende molto problematico assicurare i servizi fondamentali, così come le imposizioni del patto di Stabilità bloccano dal canto loro l'operatività dell'amministrazione. In questo scenario la fusione dei comuni limitrofi che presentano peculiarità similari è una strada da prendere in considerazione e infatti è stato avviato un progetto di fattibilità per verificare il rapporto tra i costi e i benefici della eventuale fusione, anche perché - ha rimarcato Salvi - almeno per quello che riguarda Verghereto l'esperienza della Unione dei Comuni non è finora soddisfacente e non stiamo ricevendo i benefici prospettati, anche perché abbiamo dovuto conferire ai Comuni tutte le funzioni e ora il Comune è svuotato".

Il direttivo di Confartigianato Valle del Savio presieduto da Elsa Cangini e il responsabile di delegazione Pierluigi Battistini hanno sottolineato che l'assetto istituzionale e i processi di aggregazione e fusione debbono essere finalizzati a migliorare il funzionamento della macchina amministrativa a beneficio di cittadini e imprese e ha messo in luce come il comparto produttivo abbia necessità di interventi più sinergici e integrati fra le varie municipalità. La posizione di Confartigianato nei confronti della attuale Unione dei Comuni è che l'efficacia di questo strumento si deve misurare dalla capacità o meno di ridurre la burocrazia e di omogeneizzare i regolamenti e le norme dei vari comuni: se la burocrazia invece di alleggerirsi al contrario finisce per crescere, vuol dire che l'Unione è inutile e anzi deleteria. Sintomatico è anche il fatto che prima dell'Unione dei Comuni fosse stato redatto un piano cave congiunto da parte dei tre comuni montani di Bagno di Romagna, Verghereto e Sarsina, finanziato dalla Regione, mentre ora i tre comuni stanno procedendo singolarmente, pur facendo parte dell'Unione, nella realizzazione dei piani comunali per recepire la variante generale adottata dalla Provincia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta di una evidente contraddizione - ha rimarcato il direttivo Confartigianato -: in ogni caso chiediamo al comune di Verghereto di accelerare i tempi di assegnazione dell'incarico visto che il 19 dicembre scadranno i termini e di risolvere il problema della difficoltà di reperimento del materiale fra cui spicca quello pregiato della pietra albarese. La nostra richiesta, inoltre, è di ampliare il piano inserendo le cave da frantoio (praticamente la ghiaia) per sviluppare attività a chilometro zero, fondamentali per incrementare un settore che, sia pur ridimensionato rispetto al passato, resta nevralgico per l'economia del nostro territorio montano e per assicurare la occupazione e la tenuta sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Fu dimora di un artista cesenate emigrato negli Usa, ora la villa restaurata si apre ai turisti

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • La media migliore sfiora il 9,7: ecco l'elenco completo degli studenti più bravi del liceo classico Monti

Torna su
CesenaToday è in caricamento