"Una sola voce in economia" a favore delle Pmi

Una selezione darwiniana delle imprese da finanziare e sostenere, penalizzando in particolare quelle più piccole, è un grave errore che rischia di impoverire il territorio

Una selezione darwiniana delle imprese da finanziare e sostenere, penalizzando in particolare quelle più piccole, è un grave errore che rischia di impoverire il territorio. 

Lo sostiene "Una sola voce per l'economia", sigla che riunisce le principali associazioni di categoria di Forlì-Cesena. “Una sola voce” esprime il proprio appoggio all'idea di ripristinare un rapporto virtuoso con le aziende attraverso un accordo concreto, veloce e misurabile fra soggetti pubblici e privati al fine di facilitare l'accesso al credito delle piccole e medie imprese.



La situazione per quel che attiene l'accesso al credito è diventata molto seria per la tenuta del nostro tessuto economico. Alla necessità delle imprese di ottenere finanziamenti per sostenere una liquidità precaria legata ai ritardi costanti dei pagamenti (dal momento che la giustizia civile, con i suoi tempi biblici, non riesce a tutelare i diritti dei creditori), si unisce troppo spesso la beffa di veder peggiorare le proprie condizioni bancarie. 

Le imprese di Forlì-Cesena continuano a mantenere un tasso di correttezza e di legalità (vale a dire di rispetto degli impegni assunti) superiore a quello di altre province.

Ciò mette in luce un tessuto imprenditoriale sano e tenace nel voler continuare a creare ricchezza e valore aggiunto, condizioni indispensabili per garantire occupazione, coesione sociale e benessere diffuso.

 Alle banche pertanto “Una sola voce” chiede un approccio non ragionieristico alla questione dei finanziamenti alle imprese, bensì un atteggiamento lungimirante che sostenga il tessuto produttivo rifuggendo dalla tentazione di pensare che la logica della selezione naturale delle imprese sia una soluzione al problema e che solo alcune tipologie di impresa meritino di essere sostenute e finanziate.

In questo senso “Una sola voce” torna con forza a sollecitare una politica del credito adeguata a superare la crisi e che ciò sia un passaggio fondamentale per garantire in futuro nuovi investimenti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

  • Psicosi da Coronavirus, supermercati presi d'assalto e file chilometriche alle casse

Torna su
CesenaToday è in caricamento