"Un talento per scarpa": vince la creatività di Marco Rossi

Nei primi dieci classificati ben otto arrivano dalla nostra Penisola. Tutto questo in quadro complessivo che ha visto un partecipante su cinque arrivare oltreconfine.

Il genio creativo calzaturiero è made in Italy. Lo dice la XVI edizione di Un Talento per la Scarpa, il Concorso Internazionale per giovani stilisti, promosso da Sammauroindustria. A vincere è il giovane Marco Rossi di Passignano sul Trasimeno (PG), classe 1995. Non solo: nei primi dieci classificati ben otto arrivano dalla nostra Penisola. Tutto questo in quadro complessivo che ha visto un partecipante su cinque arrivare oltreconfine.

È questo il verdetto di questo concorso internazionale, luogo di emersione di giovani talenti, designer e creativi della scarpa. Secondo la giuria, composta dagli stilisti delle aziende calzaturiere di Sammauroindustria, Marco Rossi, 21 anni ed un futuro certo nel mondo della moda, è stato il migliore dei 144 partecipanti ad interpretare il tema total green proposto quest’anno: “Vegetal shoes: alberi, arbusti e fiori per una collezione vegetale”.

“Uno stile graffiante e maturo per una collezione veggie style, femminile, contemporanea, sperimentale e grintosa”, si legge nella motivazione del premio. Adesso ad attendere Marco un periodo formativo di tre mesi e mezzo presso la Scuola internazionale di Calzature, il Cercal, e sei mesi presso una delle quattro aziende calzaturiere associate a Sammauroindustria, oltre a un rimborso spese di 4.000 euro. La serata di premiazione è in programma martedì in piazza Mazzini a San Mauro Pascoli alle ore 21.00 con lo spettacolo Extraliscio, inedito incontro tra Moreno il Biondo e Mirco Mariani. Il concorso è organizzato da Sammauroindustria, che raccoglie le principali aziende calzaturiere del distretto di San Mauro Pascoli (Casadei, Pollini, Vicini, Tgp), insieme all’industria vernici IVAS, Comune di San Mauro Pascoli e Cercal, in collaborazione con Unindustria di Forlì-Cesena.

144 partecipanti - Sono 144 i lavori (bozzetti, ricerche stilistiche, collage di immagini, ecc.) presentati, provenienti da varie parti del mondo: Cina, Colombia, Francia, Filippine, Italia, Nigeria, Senegal, Lituania, Marocco, Messico, Perù, Romania, Spagna e Ucraina. A partecipare anche tre scuole italiane (l’I.S.S. “Marie Curie” di Savignano sul Rubicone, il Liceo Artistico “Corradini Este” di Padova e il Liceo Artistico “Bernardino Di Betto” di Perugia) e due scuole estere: Universidad De La Salle Bajio (Leon, Guanajuato – Messico), LCI Bogotà “La Salle College” di Bogotà (Colombia).

I vincitori e i segnalati - Al primo posto, come detto, Marco Rossi, mentre il secondo posto è un ex aequo: Giada Fabbri di Gatteo per “fantasia, ricerca e ottime capacità grafiche per modelli floreali, scenografici e armoniosi”; il messicano Jose Alberto Tassinari Nava per aver realizzato “una linea di calzature gustosa, creativa, colorata, espressa con disegni eleganti e femminili”. Nella top ten ci sono anche i lavori di: Judy Mazzotti di Gambettola, Diop Katy Aida di Santarcangelo di Romagna (RN), Manuel Biondini di Budrio di Longiano, Giulia Ceppitelli di Foligno, Antonella Pasquale di Pietracatella (Campobasso), Federica De Santis di Cerveteri (Roma) e il messicano Sanchez Arana Manuel Angel. Tra le scuole, si è distinto per qualità e quantità degli elaborati mandati l’Istituto Professionale “Marie Curie” di Savignano sul Rubicone.

Le edizioni precedenti

Da tutto il mondo arrivano i vincitori delle edizioni passate: 8 da ben tre Continenti, 7 italiani. Questo l'albo d'oro, in ordine cronologico: Italia (Francesca Capellini, sul tema ”La seduzione”); Russia (Daria Kravtsova - “Futuro”); Cina (Yim Kit Ling - “Nostalgia”); Giappone (Nakayama Yoko - “Ai piedi di Cleopatra”); Croazia (Dijana Sabljak - “Al gran ballo di Cenerentola”); Italia (Benedetta Maria Chiara Lupo - “La dolce vita”); Messico (Joel Perez Ortega - “La via della seta”); Italia (Mario Rossodivita - “Da Mad Max ai materiali biodegradabili. Per una calzatura fashion ed ecologica”); Germania (Sarah Börtz - “Stile scarpe e rock and roll. Moda e musica pop: influenze reciproche”); Italia (Paola Valenti - “Fatto in Italia. Arte, artigianato e design”); Italia (Giuseppe Luca Leonardo Morreale - “A forma di stivale. Nel 150° anniversario dell’Unità d’Italia”); Messico (Jose Omar Munoz Ramirez – “Melting Shoes, contaminazioni interculturali”); Italia (Gaia Romagnoli, ‘Rebels and Indignados: revolutionary shoes’); Messico (Francisco Javier Velazquez, “Le sport c’est chic”); Italia (Carlotta Camporese, “Animal Shoes”).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento