Successo per i "Mercati Saraceni"

Domenica si è svolta nelle piazze e nelle vie del capoluogo di Mercato Saraceno la manifestazione “Mercanti Saraceni” con grande affluenza di pubblico e consensi da parte dei partecipanti, della cittadinanza

Domenica si è svolta nelle piazze e nelle vie del capoluogo di Mercato Saraceno la manifestazione “Mercanti Saraceni” con grande affluenza di pubblico e consensi da parte dei partecipanti, della cittadinanza, dei commercianti e dei pubblici esercizi del centro storico.  “Desideriamo esprimere i nostri complimenti – commentano Roberto Ricci, responsabile per il centro storico della Confesercenti mercatese e Gianpiero Giordani, responsabile della sede Confesercenti di Mercato Saraceno - agli organizzatori e alla amministrazione comunale per aver portato avanti l’iniziativa con i presupposti che l’avevano ispirata fin nella stesura del regolamento. Durante la giornata di domenica si sono visti solamente privati cittadini - tutti mercatesi e non imprenditori o “hobbisti” -, bambini e associazioni di volontariato che hanno messo sulle proprie improvvisate bancarelle gli oggetti usati inutilizzati, rientranti nel regolamento ben stilato dai dirigenti comunali”. 

“Va dato merito alla Pro Loco, ai dirigenti, ai vigili e agli assessori comunali – proseguono Roberto Ricci e Gianpiero Giordani - di aver compiuto una selezione ed un controllo attenti perché la manifestazione si tenesse nel migliore dei modi e di avere, per un giorno, creato una atmosfera gioiosa vitalizzando l’intero centro storico mercatese”. “La Confesercenti - continua Ricci e Giordani - è particolarmente radicata in questo territorio e quindi sapevamo bene che sulla realizzazione di questa iniziativa c’era un gruppo di persone che si era speso da mesi, con tutte le ottime intenzioni, per portare a termine un progetto che desse spazio allo spirito del riuso e della lotta agli sprechi. Non è certo nostra abitudine  colpevolizzare a prescindere le iniziative che si svolgono nel paese nel timore di vedere ad ogni costo vendite abusive; abbiamo invece cercato di collaborare perché la manifestazione si svolgesse nella maniera più giusta”.

“All’ira e alle invettive dell’amico Alverio Andreoli – dichiara Gabriele Fantini, presidente di Anva Confesercenti, il sindacato dei commercianti su area pubblica – che ci accusa di aver tenuto un atteggiamento tiepido al riguardo e ci minaccia di fare interpellanza alla nostra struttura regionale, facciamo notare che l’Anva-Confesercenti è sempre in prima linea quando si deve combattere contro il reale abusivismo commerciale e sta lavorando alacremente per arrivare ad una precisa legge che freni e regolamenti il fenomeno dell’hobbismo. Nello specifico, però, avrà capito che è nostra prassi, prima di muoverci e prendere posizione, valutare bene le varie iniziative e ascoltare il territorio. Una prassi che ancora una volta, visto come è andata la manifestazione mercatese, ci ha dato ragione e ci porta anzi a dargli il sommesso suggerimento di fare altrettanto la prossima volta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento