Squacquerone, piadina e savor: i sapori della Romagna in un gelato

Quella di Roberto Leoni è una bellissima testimonianza di come sia possibile con un solo prodotto fare sistema

Nuovo impegno internazionale di prestigio per Roberto Leoni, maestro gelatiere della "Gelatteria" di Cesena. Dal 28 settembre al 1 ottobre parteciperà alla nona edizione di "Sherbeth", il festival internazionale del gelato artigianale che si tiene a Palermo. Si tratta della più grande vetrina di gelato artigianale al mondo e, per la prima volta, tra i 45 gelatieri di tutto il mondo (vengono anche dalla Cina e dal Giappone), è stato selezionato anche il cesenate Roberto Leoni. Un vanto per tutto il nostro territorio anche perché è l'unico partecipante che viene dalla Romagna.

Gli ingredienti

"Ognuno di noi avrà una propria postazione di lavoro e i visitatori potranno assaggiare il gelato artigianale prodotto da ogni maestro selezionato e poi anche votare il migliore - spiega Leoni -. Io porterò il gelato Squaquerone, al profumo di piadina e savor, un gelato romagnolissimo. In un solo prodotto vengono raggruppati i principali odori, sapori e passioni della Romagna. E per l'occasione ho utilizzato la piadina del Borgo, del chiosco di Borgo Paglia, lo squaquerone di San Patrignano e il Savor dell'associazione culturale di Montegelli. Ogni giorno produrremo 100 chili di gelato squaquerone". 

"Sistema Romagna"

Quella di Leoni è una bellissima testimonianza di come sia possibile con un solo prodotto fare sistema (mettere insieme quattro artigianalità locali) e pubblicizzare fuori dalla nostra regione la Romagna come marchio forte e, in questo caso, altamente gustoso. Tra l'altro San Patrignano è la prima volta che partecipa a un sodalizio del genere ed è nata una collaborazione talmente bella con il maestro gelatiere Leoni che durante l'inverno farò da consulente per avviare un corso base per insegnare ai ragazzi di San Patrignano a fare il gelato. 

La sorpresa

"Non me l'aspettavo proprio di essere chiamato - conclude Leoni -. Avevo fatto la domanda, ma la mia domanda era una delle 4500 arrivate, non ci pensavo nemmeno più. E invece in una caldissima giornata di luglio ho ricevuto la telefonata che mi invitava a Palermo. Sono rimasto un po' così e poi ho subito realizzato che bellissima opportunità mi veniva offerta. E' stata un'annata davvero fantastica. Prima il Gambero Rosso, poi Dissapori e ora lo Sherbeth. Devo dire che come unico romagnolo mi sento anche un po' responsabile, ma farò di tutto per tenere alto il nome della nostra regione". E chi ha assaggiato almeno una volta i gelati della "Gelatteria" non può che esserne certo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento