La Pasqua arriva troppo presto: "Sarà un ponte al di sotto delle attese"

E' quanto annuncia il presidente della Confesercenti di Cesenatico Fabrizio Albertini sulla base di uno studio condotto da Assoturismo Confesercenti

"Sarà una Pasqua al di sotto delle attese". E' quanto annuncia il presidente della Confesercenti di Cesenatico Fabrizio Albertini sulla base di uno studio condotto da Assoturismo Confesercenti. Per la prima volta in due anni le previsioni sono negative, con una flessione dell'1,2% rispetto alla Pasqua dello scorso anno. "Il calo di presenze per le festività pasquali - evidenzia Albertini - sarà maggiore per le località marine (lo studio stima un -3,8%), mentre soffrono meno le città d’arte e la montagna. Questo è da imputare al fatto che una Pasqua che arriva troppo presto fa prediligere altre mete rispetto a località marine come Cesenatico".

Insomma, "per l’inizio della stagione turistica 2018 si deve aspettare ancora un po’, e si punta ai ponti del 25 aprile e del primo maggio, visto che le strutture aperte per le vacanze pasquali sono meno dell’anno scorso e molte di queste hanno rinunciato ad aprire a causa di un clima che non si decide a diventare “caldo” - continua Albertini -. Ci auguriamo che la diminuzione sia momentanea e dovuta soprattutto alle incertezze meteo, la cui reale entità è spesso esagerata da molti media, ci deve comunque spingere ad affrontare una serie di questioni che sono sul tappeto da molti anni: una politica turistica sulla viabilità e sui collegamenti, strade, autostrade,  oggi penalizzano coloro che vogliono spostarsi per far turismo, dal semplice ciclista a chi vuole utilizzare l’aereo piuttosto di chi sceglie l’auto e deve districarsi fra lo snodo bolognese, E45 e continui rincari autostradali".

L’aumento strutturale delle presenze turistiche si fa con la politica dell’accoglienza, un mix di promozione, eventi e qualità urbana, dobbiamo spendere risorse per promozionare la nostra città ma poi non dobbiamo dimenticare che il turista ci sceglie e ci giudica non solo per la  bellezza del territorio ma anche pulizia, strade asfaltate, qualità dei servizi urbani , innovazione e la sicurezza - prosegue Albertini -. Oltre ad un auguri di Buona Pasqua e un inizio di stagione estiva anche un appello a tutti i commercianti e negozianti stagionali : cerchiamo, per quanto possibile, di seguire la stagionalità turistica ed aprire le nostre attività anche nei periodi di meno affluenza perché è fondamentale per il comparto, il nostro è un sistema turistico integrato e connesso e quando manca un segmento gli altri vanno in crisi, lo dobbiamo fare per aumentare i mesi di apertura che negli ultimi anni si stanno sempre di più riducendo". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • "Andiamo a mangiare qualcosa", ma la porta al mercato: la dinamica del tentato stupro

  • Per chi culla il sogno di comprare casa, la banca apre le porte col "Mutuo Day"

  • Il maestro gelatiere Roberto Leoni ai "Soliti Ignoti": "Mi sono divertito a fare il pataca romagnolo"

  • Ubriaco al volante va prendere il figlio a scuola, denuncia e ritiro della patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento