Norme-antincendio, Gli albergatori: "Prorogare termini per adeguamento"

Asshotel/Confesercenti ER ribadisce la necessità di una normativa antincendio per gli alberghi tale da garantire la massima sicurezza ai clienti e al personale che vi lavora

Asshotel/Confesercenti ER ribadisce la necessità di una normativa antincendio per gli alberghi tale da garantire la massima sicurezza ai clienti e al personale che vi lavora, ma chiede altresì di dedicare la massima attenzione alle problematiche di adeguamento delle piccole medie imprese alberghiere e in particolare alle difficoltà inerenti ai requisiti minimi per accedere al Piano straordinario biennale per la prevenzione incendi previsto dal decreto 16 marzo 2012.

E’ la richiesta emersa nel corso di un convegno regionale organizzato da Asshotel/Confesercenti Emilia Romagna svoltosi ieri a Cesenatico dal titolo “La normativa antincendio per gli alberghi”. All’incontro erano presenti il sindaco Roberto Buda, il presidente di Confesercenti Cesenatico Fabrizio Albertini, il presidente nazionale di Asshotel Filippo Donati, il direttore Confesercenti Emilia Romagna Stefano Bollettinari, il direttore centrale per la prevenzione e la Sicurezza tecnica Fabio Dattilo, il direttore della direzione regionale Vigili del Fuoco Emilia Romagna Giovanni Nanni, il comandante dei Vigili del Fuoco provinciale Luciano Buonpane e il presidente regionale Asshotel Emilia Romagna Claudio Della Pasqua.

Il decreto citato è stato adottato in attuazione del Milleproroghe 2011 che prevede il 31 dicembre 2013 quale termine per l’adeguamento alle disposizioni antincendio per le strutture ricettivo turistico-alberghiere con oltre venticinque posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto del Ministro dell’interno del 9 aprile 1994, che non abbiano completato l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione degli incendi. Le strutture ricettive che non abbiano ancora completato l’adeguamento, per poter essere ammesse alla proroga biennale e quindi proseguire l’attività, devono essere in possesso dei requisiti minimi indicati dal decreto, entro il 29 aprile 2012.

A giudizio del presidente nazionale di Asshotel Filippo Donati e del presidente regionale Asshotel Emilia Romagna Claudio Della Pasqua, visto l’esiguo tempo a disposizione e le difficoltà ancora in essere per le imprese alberghiere, compresa la coincidenza con l’inizio della stagione, sarebbe necessaria una proroga dei termini per l’ammissione al piano e comunque un lavoro in stretta collaborazione con i Comandi Provinciali del Vigili del Fuoco per risolvere tutte le varie questioni interpretative per la realizzazione degli adeguamenti previsti dalla normativa.
Peraltro il convegno è stato l’occasione per un confronto aperto e costruttivo tra Asshotel Confesercenti e il Direttore Centrale per la Sicurezza e Prevenzione, la Direzione Regionale e i vari Comandi provinciali dei vigili del fuoco.                      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Caos Sanremo, anche da Cesena critiche ad Amadeus: "Prenda le distanze da Junior Cally"

  • La Polizia arresta due fratelli sulla E-45: dovevano scontare una pena di 4 anni di reclusione

Torna su
CesenaToday è in caricamento