Limitazioni al traffico, la protesta dei commercianti: "Siamo penalizzati"

Nuova protesta dei commercianti: questa volta a finire nell’occhio del ciclone sono le limitazioni al traffico veicolare, in vigore da giovedì primo ottobre

Nuova protesta dei commercianti: questa volta a finire nell’occhio del ciclone sono le limitazioni al traffico veicolare, in vigore da giovedì primo ottobre. Augusto Patrignani, presidente di Confcommercio, tale provvedimento “rappresenta un elemento di forte preoccupazione per le imprese del terziario. Questi  provvedimenti, riproposti ritualmente ogni anno, sono notoriamente inefficaci nel contrasto all’inquinamento atmosferico peri l quale servirebbero invece interventi strutturali di ben maggiore spettro e portata e finiscono per pesare negativamente sull’economia delle attività commerciali, specie nei centri storici”.

“Certo - dice Patrignani - ci sono elementi migliorativi come l’eliminazione delle domeniche ecologiche dal 1 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 e il rinvio di un anno del blocco dei veicoli diesel commerciali leggeri euro 3”, ma al contrario valutiamo negativamente il mantenimento del blocco dei altri autoveicoli diesel euro 3, numerosi in circolazione che insieme alle limitazioni dei mezzi a benzina bloccherà un numero di auto circolanti che è stato stimato tra il 20 e il 25%. L'amministrazione comunale di Cesena bene ha fatto a comunicare che il primo periodo dei divieti in vigore sino al 31 marzo verrà utilizzato per un piano informativo rivolto agli automobilisti senza ricorrere a sanzioni, tuttavia preoccupa l'allargamento della zona interessata dai provvedimenti oltre l'area storica e la primissima cinta urbana”.

“Ci sono infine categorie più penalizzate di altre, come quella degli agenti di commercio la quale si trova insidiato il diritto sacro al lavoro, visto che per questo comparto gli spostamenti sono indispensabili allo svolgimento dell'attività. Ancora una volta, in ogni caso, assistiamo a input calati dall'alto, che, pur criticati dagli stessi Comuni per la loro non efficacia, finiscono per danneggiare cittadini, lavoratori e rete distributiva commerciale in una fase di grossa difficoltà del comparto” conclude il presidente di Confcommercio Cesena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento