Lascia il decano dei barbieri, a 84 anni dopo 60 nello stesso salone

Romano Valenti aprì nel 1959 e il 31 dicembre chiude l’attività, per raggiunti limiti d’età, ma è ancora pienamente operativo

Sessanta anni con forbici, macchinetta, rasoio e soprattutto passione e amore per il lavoro per Romano Vaienti, più quelli della gavetta quando apprese l’arte dal barbiere Rossi. Associato storico di Confartigianato. Li ha festeggiati il 20 novembre (aprì nel 1959) e il 31 dicembre chiude l’attività, per raggiunti limiti d’età, ma è ancora pienamente operativo.

“Ho 84 anni, ho fatto il mestiere che volevo, il barbiere – racconta -, per una vita intera. Me la sono sudata, ero orfano di babbo e mamma e ho dovuto faticare, ma ho presto trovato la mia strada. Sessant’anni sempre nello stesso salone, di fronte a Famila: anzi l’inverso, è Famila che è stata costruita di fronte a me, io c’ero già”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I miei clienti maschi sono stati quelli della zona di Torre del Moro e delle aree più vicine – dice Vaienti -. dall’impiegato all’operaio, dall’ingegnere al prete. Ero molto amico del parroco don Sergio, che una volta durante un controllo dei vigili annonari, disse di stare
tranquilli che da uno come me non avrebbero mai trovato cose non in regola. Ho studiato, mi sono aggiornato, evoluto, d’altra parte ho
attraversato epoche con mode e gusti diversissimi tra loro. Sono maestro acconciatore Anam, ricordo un concorso a Copparo dove mi classificai bene e i miei tagli all’italiana e 'a carré’, i miei preferiti, furono molto apprezzati. Confartigianato mi ha molto aiutato anche a fare
squadra con gli altri colleghi”. “La gioia più grande? Aver conservato – afferma Romano Vaienti – certi clienti per tutta la vita come il mio
amico Gilberto Pagliarani, a cui sto tagliando i capello proprio adesso: ne ha ancora tanti e mi posso sbizzarrire. Quanti rapporti, quante confidenze, quante risate: è stata bella la vita del barbiere, anzi è ancora bella, perché io lavorerò fino al 31 dicembre e farò belli i miei
clienti per Capodanno. Per l’ultima volta, che effetto soltanto dirlo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio temporali tra sabato e domenica, l'allerta meteo della Protezione civile

  • Paura in A14, un camion si ribalta sul fianco della carreggiata: perde la vita un cavallo

  • Tragico schianto in moto: perde la vita il sammaurese Andrea Novelli, presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Ancora un incidente, scontro frontale all'incrocio: il centauro finisce all'ospedale

  • Covid-19, il virus torna a farsi vedere: sono quattro i nuovi casi nel Cesenate

  • Borghese avvistato in riviera, per il suo programma "4 ristoranti" spunta un locale di Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento