Bar della Piazza contro la Casa dell'Acqua: "Siamo dei bagni pubblici"

E' una concorrenza imbattibile, dai suoi rubinetti esce acqua naturale e frizzante servita fredda e soprattutto gratuita. E' presa d'assedio da gruppi di cittadini

I bar di Piazza del Popolo sono infuriati contro l'amministrazione a causa della casa dell'Acqua troppo vicina ai propri banconi. In effetti è una concorrenza imbattibile visto che dai suoi rubinetti esce acqua naturale e frizzante servita fredda e soprattutto gratuita e già da qualche giorno dalla sua inaugurazione, è presa d'assedio da gruppi di cittadini che fanno il pieno di bottiglie o più semplicemente si dissetano.

«E' una iniziativa che non ci rispetta – dice una barista – ormai stiamo qui solo per pagare le tasse». Una dichiarazione che trova sponda favorevole nella proprietaria di un bar che è preoccupata: «In pratica alziamo la saracinesca all'alba per fare andare in bagno le persone che hanno bevuto nella casetta e poi vengono in bagno da noi. Sarà attiva fino al 31 agosto proprio nei periodi più caldi quando potevamo servire noi l'acqua».

«Non bastava la presenza della vicina fontana in piazza Amendola, ora ci si è messa anche questa novità». C'è anche chi, come il tabaccaio che vende anche bibite, si dice pronto a non rinnovare più gli ordini. «E' inutile sostenere le spese del frigo e delle bibite quando il Comune dà acqua gratis davanti al proprio negozio. In periodi di crisi, tra Imu e altre tasse, ci mancava solo che l'amministrazione ci mettesse altri bastoni tra le ruote».

In un comunicato che ha accompagnato l'installazione della Casa dell'Acqua mobile al centro della diatriba si legge: “E' una iniziativa volta a promuovere l’acqua pubblica, a diminuire i rifiuti prodotti e gli impatti ambientali, oltre che a fornire un servizio alla cittadinanza. La validità di questo tipo di iniziativa è ampiamente dimostrato con il successo dell