"Frutta nelle Scuole”, Orogel ne ha distribuita 750mila chili

“Noi di Orogel Fresco – ha spiegato il presidente, Giuseppe Maldini - non abbiamo voluto limitarci a fare ciò che ci chiedeva il bando del Ministero"

Il presidente di Orogel Fresco, Giuseppe Maldini, si è detto molto soddisfatto per i risultati ottenuti dal concorso ' La Scuola che...Frutta ' indetto da Orogel con lo scopo di far conoscere ai bambini i temi dell'ortofrutta e promuoverne l'utilizzo per lo sviluppo di una sana e corretta alimentazione. Il concorso, per il quale l’azienda cesenate ha destinato fondi per oltre 200mila euro, si inserisce nel più ampio programma del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

In Italia sono 5 le aziende che, rispondendo alle stringenti richieste poste dal bando di ammissione, hanno vinto il concorso del Ministero per partecipare al progetto 'Frutta nelle Scuole' ed Orogel Fresco si è aggiudicata i lotti 6 e 7, degli 8 lotti complessivi a copertura dell'intero territorio nazionale, che comprendono rispettivamente le Regioni Campania, Basilicata e Abruzzo, Molise, Puglia.

“Noi di Orogel Fresco – ha spiegato il presidente, Giuseppe Maldini - non abbiamo voluto limitarci a fare ciò che ci chiedeva il bando del Ministero. Per incentivare il consumo di frutta e verdura tra i giovani – ha proseguito Maldini - abbiamo pensato di indire un concorso, aperto a tutte le oltre 1500 scuole facenti parte dei nostri due lotti, dove veniva richiesto ai partecipanti di presentare ad Orogel Fresco dei lavori fatti dai bambini per esprimere, secondo le diverse modalità artistiche-espressive, il valore positivo del consumo regolare di frutta e verdura fin dalla tenera età”.

I lavori, dei 260 presentati, risultati vincitori a giudizio della commissione della quale hanno fatto parte Giuseppe Maldini presidente di Orogel Fresco, Sandro Savelli architetto, Claudia D'Angelo giornalista, Caterina Cogliano del Ministero, Gerardo Zariello e Gilda Esposito della Regione Basilicata, Nicola Tedone della Regione Puglia, Mariapia Di Martino della Regione Campania, Giovanna Lanciano della Regione Abruzzo, sono stati premiati con somme a partire da 5mila euro per i primi classificati di ogni Regione e scendendo a 4mila euro per i secondi, 3mila euro ai terzi, 2mila euro ai quarti classificati fino ai mille euro destinati ad ogni scuola partecipante per un totale, di premi assegnati, pari a oltre 200mila euro.

Il concorso si è concluso il 27 aprile scorso e la commissione, riunitasi nei giorni scorsi in Orogel, ha deciso l'ordine dei vincitori che saranno tutti premiati, dai manager Orogel, presso le rispettive Regioni di provenienza. I premi non saranno consegnati in denaro ma rappresentano, per ogni scuola che ha partecipato al concorso, un buono spesa da utilizzare per l'acquisto, effettuato dalla stessa Orogel, di materiale didattico e di prima necessità.

“Sono rimasto molto colpito – ha terminato Giuseppe Maldini – di come gli stessi insegnanti ci abbiano ringraziati, con tanto calore ed affetto, quando abbiamo comunicato loro la vittoria e i diversi premi assegnati alla scuola per i lavori pervenuti e realizzati dai loro ragazzi. Un sentito grazie per la collaborazione e stima reciproca ai componenti del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, ai rappresentanti della Regione Puglia, Campania, Basilicata, Molise e Abruzzo ma soprattutto un grazie sincero agli insegnanti di tutte le scuole che abbiamo seguito, come Orogel Fresco, con il progetto ' Frutta nelle Scuole ' per il loro supporto e consiglio e per la passione che hanno saputo trasmettere ai loro ragazzi e relative famiglie per una sana alimentazione che non può prescindere dal regolare consumo di frutta e verdura. Noi siamo da sempre convinti che ‘Nutrirsi bene è un insegnamento che Frutta’. Per questo continueremo a lavorare perché il regolare consumo di frutta e verdura trovi la giusta collocazione nel piano alimentare di ogni persona che tiene alla propria forma fisica e soprattutto alla propria salute ”.

“Per il Gruppo Orogel - ha ricordato Luca Pagliacci, direttore marketing - più di 2.000 soci produttori coltivano ogni giorno in Italia i terreni più vocati, uniti da un obiettivo comune quello di offrire la migliore varietà di prodotti ortofrutticoli freschi, trasformati e surgelati. Alla base del successo del Gruppo Orogel – ha proseguito Pagliacci - c'è il costante impegno nella ricerca, nello sviluppo tecnologico, nella valorizzazione della cucina italiana e nel rispetto della natura e delle sue regole. Perché oltre ad essere un grande gruppo alimentare siamo fieri di essere riconosciuti sempre più come un grande marchio tutto italiano”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento