Fare impresa in collina costa di più, Confartigianato: "Investire sui Adsl e infrastrutture"

"Nell'incontro a Sarsina illustreremo ed approfondiremo con le imprese le tante contenute nella legge di stabilità 2017. Una legge di che avrà un impatto importante sulle nostre imprese"

Le piccole imprese di montagne meritano di più.  Lo afferma Confartigianato cesenate che mercoledì sera alle 20.45 promuove a Sarsina, al centro culturale di via Roma 2, un incontro per gli imprenditori sul tema della legge di bilancio. “Le piccole imprese che investono e lavorano in montagna, dove fare impresa è più costoso - rimarca il responsabile di delegazione Valle Pierluigi Battistini - reclamano infrastrutture e servizi migliori, a partire da una adeguata copertura per le connessioni a ancora carente vista la mancanza di un disegno organico della posa della fibra. A Sarsina ad esempio, in particolare nel suo centro, ancora problematico il collegamento con l'Adsl. Sui collegamenti in particolare nella E45, occorre investire in manutenzione migliorare i collegamenti e penalizzare i centri della vallata. richieste delle imprese riguardano una maggiore uniformità dei comunali e anche dei tributi, che si presentano difformi tra e Comune. Addirittura, per la tariffa rifiuti, siamo di fronte a ginepraio di tariffe diverse per le stesse categorie, da Comune a Comune".
 
"Nell'incontro a Sarsina - aggiunge la presidente Elsa Cangini - illustreremo ed approfondiremo con le imprese le tante contenute nella legge di stabilità 2017. Una legge di che avrà un impatto importante sulle nostre imprese con provvedimenti che vanno nella direzione giusta da tempo sollecitata da ed altri che presentano ancora luci ed ombre sulle quali sarà bene interrogarsi per valutarne gli effetti diretti sulle imprenditoriali. Nel complesso il nostro giudizio è positivo sulla manovra con interventi che possono risultare utili per le imprese verso il consolidamento e la crescita".

"Vi sono infatti - sottolinea la presidente Cangini - significativi in materia fiscale di riforma dei regimi che interessano le piccole imprese: dagli studi di settore, all'introduzione del reddito cassa, alla nuova Iri; di interventi in materia di lavoro, la tassazione agevolata per interventi di welfare, il  cumulo non oneroso contributi; di interventi per favorire gli investimenti attraverso rifinanziamento del Fondo centrale di garanzia e della nuova Sabatini la conferma (con estensione per le imprese digitali) del Rimangono però zone d'ombra - prosegue la presidente Cangini - alla applicazione dei nuovi regimi fiscali che se non risolte rischiano di vanificare le finalità positive generando complicazioni e costi amministrativi per le aziende. Il sempre presente nel nostro paese è quello che a fronte di sbandierati di semplificazione l'insana passione per la burocratica generi nuovi problemi alle imprese con ed onerosi adempimenti. In questo quadro diventa quanto mai il confronto con gli imprenditori per diffondere le e segnalare gli elementi di criticità che dovranno essere in sede di consulenza con gli uffici preposti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinse 500mila euro al gratta e vinci, ora apre un'osteria "come quelle di una volta"

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • La colpisce con lo specchietto mentre cammina sul ciglio della via Emilia: anziana ferita

  • Scirocco e alta marea a Cesenatico, gli stabilimenti spariscono. "Acqua in strada a Valverde"

Torna su
CesenaToday è in caricamento