Dal Mercato 1.500 quintali di frutta e verdura donati alle associazioni di volontariato

Ogni anno aderiscono al progetto “Un calcio allo spreco’’ nuovi enti ed associazioni locali, che affiancano le realtà da sempre presenti al Mercato come la Caritas diocesana di Cesena-Sarsina, la Comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini e il Centro Aiuto alla Vita di Cervia

Sono stati 1.500 i quintali di frutta e verdura raccolti al Mercato ortofrutticolo di Cesena e donati alle associazioni di volontariato del territorio nel corso del 2015. Il tutto nell’ambito del progetto “Un calcio allo spreco” a cui il Mercato ha aderito fin dal 2007. Nel corso dell’anno standisti e operatori del Mercato, grazie ai quali è possibile realizzare il progetto, hanno donato a favore di famiglie in difficoltà del territorio romagnolo un volume di frutta e verdura in aumento, raggiungendo quota 1.500 quintali. Segno che la crisi ancora incombe e che sono sempre di più le famiglie che faticano ad arrivare alla fine del mese.

“Si tratta di un grande risultato – spiega Domenico Scarpellini, presidente del For – il cui merito è esclusivamente dei nostri standisti e degli operatori che raccolgono e distribuiscono tutto l’anno i prodotti alle associazioni locali. Si tratta di un grande gesto di umanità ancor più importante soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale”. Nei giorni scorsi il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri ha visitato il Mercato durante la raccolta (alle 7 del mattino con temperatura prossima allo zero), da parte dei volontari, della frutta e verdura donate dagli operatori, ringraziando per questo gesto di generosità e altruismo.

Anche quest’anno la distribuzione e il recupero delle derrate è stata realizzata in collaborazione con enti ed associazioni di volontariato attive nel comprensorio romagnolo per il perdurare di questo stato di crisi economica, testimoniato dal fatto che i volumi di ortofrutta distribuita in beneficenza non sono diminuiti rispetto al 2014.

“I volontari delle associazioni interessate al progetto “Un calcio allo spreco” – continua Scarpellini - sono regolarmente accreditati presso il Mercato, senza improvvisazioni, in modo che non ci siano abusi e così da avere la certezza che tutti i prodotti, raccolti specialmente il sabato mattina, vadano a buon fine”. Ogni anno aderiscono al progetto “Un calcio allo spreco’’ nuovi enti ed associazioni locali, che affiancano le realtà da sempre presenti al Mercato come la Caritas diocesana di Cesena-Sarsina, la Comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini e il Centro Aiuto alla Vita di Cervia. 

Potrebbe interessarti

  • Il "metodo 333" per un guardaroba ordinato e completo di tutto

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Aspettare tre ore prima di fare il bagno dopo mangiato: tutta la verità

  • Assegno di maternità: cos'è e come richiederlo

I più letti della settimana

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • E' un'estate di sangue, nuova tragedia: centauro cesenate perde la vita

  • Salta la fila, urta una bimba e lo insulta. Scoppia la lite con ceffone

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • Incidente in un allevamento durante le operazioni pulizia: un morto

  • Nuova tragedia stradale: perde la vita uno studente 17enne

Torna su
CesenaToday è in caricamento