Confartigianato: "Strada del Fumaiolo rifatta per i turisti, inutilizzabile per i residenti"

“La strada del Fumaiolo è stata finalmente rifatta e sono stati posti dei limiti per il passaggio dei veicoli che vietano l'accesso anche a chi deve transitare per l'esercizio delle sue funzioni lavorative"

“La strada del Fumaiolo è stata finalmente rifatta e sono stati posti dei limiti per il passaggio dei veicoli che vietano l'accesso anche a chi deve transitare per l'esercizio delle sue funzioni lavorative: camion che trasportano l'immondizia, betoniere, mezzi d'opera per caricare il legname che serve per mandare avanti l'agricoltura e l'artigianato, i pullman. E' stato proposto di creare un'area di stoccaggio ad Alfero, ma sono stati calcolati i costi aggiuntivi che ciò comporterebbe per chi lavora e dovrebbe spostarsi fin lassù? Ora Confartigianato Valle Savio riflette: in nome delle strade provinciali in cui sono state sistemate le buche (atto più che doveroso) ora l'obiettivo è mantenere la montagna immacolata per chi viene a godersela come visitatore e turista?”: è la critica Pierluigi Battistini, responsabile Confartigianato Valle Savio, nei confronti della Provincia, che ha la gestione delle strade.

“Il turismo è una nostra risorsa fondamentale, ma prima ancora la risorsa della montagna è data da chi ogni giorno ci lavora, produce reddito e crea occupazione e non è mettendo in difficoltà chi per lavoro deve spostarsi in strade su cui scattano i divieti che si fa il bene della montagna e del suo futuro. Per questo Confartigianato non può dirsi favorevole all'introduzione dei divieti che bloccano non solo il passaggio ma anche il lavoro di chi ogni giorno si tira su le maniche per mandare avanti la baracca, quella propria ma anche quella del territorio montano”.

“Queste ragioni debbono venire prima di quelle della salvaguardia dell'immacolatezza del territorio che sarebbe fine a se stessa, se non addirittura un boomerang, se il prezzo da pagare fosse quello di avere meno lavoro o occupazione, bloccando chi crea sviluppo nel territorio montano. Mettiamo il caso che si debba costruire una stalla per il bestiame in una azienda agricola alle pendici del Monte Fumaiolo e serva per forza il calcestruzzo, con cosa glielo si porterà se ci sono i divieti? Con un elicottero? A buon intenditor poche parole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La notte trasgressiva a tre col transessuale finisce a sassate: nei guai coppia di fidanzati

  • Operazione incredibile al "Bufalini": musicista operato al cervello mentre suona il pianoforte

  • Savio in piena, frane in collina ed allagamenti in riviera: il maltempo fa paura

  • Nella disco scoppia la rissa, il locale stoppa la serata: "Coinvolte anche due ragazze"

  • Divora con tranquillità 385 cappelletti e batte il record: "Il segreto? Un giro in bici"

  • Migliora la situazione maltempo, a Cesenatico rotte due dune per contenere la furia del mare

Torna su
CesenaToday è in caricamento