La Brc chiude il 2011 a meno 27milioni di euro. Meglio il 2012

Il presidente: "Il risultato è dovuto agli accantonamenti sui crediti deteriorati. Sono stati prudenzialmente accantonati 46,8 milioni di euro"

Il Consiglio d’amministrazione di Banca Romagna Cooperativa ha esaminato la bozza di bilancio 2011 che i soci, nell’assemblea del prossimo 6 maggio, saranno chiamati ad approvare. La raccolta ammonta a 899 milioni di euro, gli impieghi a sostegno dell’economia locale, delle famiglie e delle piccole imprese ammontano a 891 milioni di euro.

Il risultato dell’attività caratteristica della banca è positivo: nel 2011 Banca Romagna Cooperativa ha avuto un Utile Lordo Operativo di 7,5 milioni di euro. L’esercizio, tuttavia, si è chiuso con un risultato negativo per 27 milioni di euro dovuto agli accantonamenti sui crediti deteriorati. Sono stati prudenzialmente accantonati 46,8 milioni di euro.

La perdita del 2011 sarà coperta con le riserve della banca e non ci sarà nessun effetto sul valore nominale delle quote degli oltre 6.400 soci. Entro il mese di aprile, il consiglio d’amministrazione approverà il nuovo piano triennale che, nelle linee principali, prevede un forte recupero di efficienza e redditività attraverso la riorganizzazione dei servizi e la riduzione dei costi operativi, previsti in calo del 15% entro la fine del 2014.

Positivo l’andamento dei conti nei primi tre mesi del 2012. I risultati sono migliori di quelli dell’anno precedente e in linea con le previsioni. Nel primo trimestre 2012 è stata attuata una riduzione dei costi di circa 700 mila euro rispetto a marzo 2011. Il risultato lordo di gestione supera i  3 milioni di euro, in miglioramento  rispetto al primo trimestre dell’anno precedente.

Sono dati che inducono a ritenere che, come previsto, già quest’anno il bilancio tornerà a chiudere in utile.

«Il 2011 è stato un anno difficile anche per la nostra banca – ha dichiarato il presidente Nazario Sintini nel corso di un incontro con la stampa che si è tenuto questa mattina presso la sede centrale di Cesena – ma abbiamo la forza e le risorse per superare questo momento e continueremo a investire sul futuro del nostro territorio. I primi dati del 2012 confermano che stiamo andando nella direzione giusta: il nuovo consiglio d’amministrazione ha fatto una scelta di prudenza e buona amministrazione, accantonando risorse anche per essere pronti a difficoltà di mercato che potrebbero persistere nel prossimo futuro».

«Banca Romagna Cooperativa – ha sottolineato il presidente – continuerà a sostenere l’economia locale, cercando di rispondere al meglio alle esigenze di credito di famiglie e piccole imprese. Siamo in un momento difficile per l’economia e per il credito, ma non lasceremo soli i nostri soci e clienti, continueremo a essere al loro fianco con finanziamenti e agevolazioni sul credito. Inoltre, continueremo a sostenere con i nostri contributi le organizzazioni che operano nel sociale».

Notizie positive anche per i soci: oltre a mantenere inalterato il valore nominale delle loro quote, sono in fase avanzata di studio nuovi servizi a loro dedicati che verranno realizzati entro il 2012.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Caos Sanremo, anche da Cesena critiche ad Amadeus: "Prenda le distanze da Junior Cally"

  • La Polizia arresta due fratelli sulla E-45: dovevano scontare una pena di 4 anni di reclusione

Torna su
CesenaToday è in caricamento