Calzaturiero, Paolo Foschi confermato alla segreteria della Uiltec: "Il sistema non è ancora fuori dalla crisi"

Ai lavori sono intervenuti il segretario generale Cst Uil Cesena Marcello Borghetti, il segretario generale Uiltec Emilia Romagna Fabio Balzani e, per la segreteria nazionale Uiltec, Alessandro Rossini

Si è svolto al circolo Endas in Sant’Andrea in Bagnolo il secondo congresso della Uiltec Uil di Cesena, categoria che rappresenta le lavoratrici ed i lavoratori dei settori Tessili, Calzaturieri, Chimici ed Energia. Ai lavori sono intervenuti il segretario generale Cst Uil Cesena Marcello Borghetti, il segretario generale Uiltec Emilia Romagna Fabio Balzani e, per la segreteria nazionale Uiltec, Alessandro Rossini. Nella relazione introduttiva il segretario uscente, Paolo Foschi, ha sottolineato come "la situazione economica del Paese sia ancora estremamente difficile ed i timidi segnali di ripresa non permettano di considerare il sistema fuori dalla crisi. Permangono le criticità rappresentate dall’ alto indice di disoccupazione, giovanile e femminile, ed anche il tasso di occupazione non può dirsi positivo in quanto per la maggior parte dei casi trattasi di una occupazione precaria, determinata dalle politiche dei Bonus previdenziali e non supportata da una reale costruzione di posti di lavoro".

Per Foschi "non si può poi non esprimere forti perplessità circa i contenuti di una campagna elettorale tutta volta alle proposte demagogiche e populiste, che denota ancora una volta come le forze politiche non sappiano, o non vogliano, impegnarsi a definire azioni concrete di riduzione della spesa pubblica e di lotta alla spesa improduttiva". Sui temi prettamente di carattere sindacale la Uiltec di Cesena ritiene inoltre che debba "continuare l’impegno teso a modificare ulteriormente la legge Fornero al fine di allargare la platea degli aventi diritto alla pensione  anticipata con particolare riferimento  per quei lavoratori addetti ad attività usuranti e gravose". E ancora: "altro tema su cui il movimento sindacale dovrà promuovere la propria azione nei prossimi mesi sarà quello del Fisco, con l’obiettivo di una profonda riforma del sistema fiscale che permetta la riduzione della pressione sui redditi da lavoro dipendente".

Passando poi ad analizzare la situazione del territorio con particolare attenzione alle aziende calzaturiere, nella relazione è stato rilevato "che quest'ultime hanno registrato negli ultimi anni performance migliori di quelle di altri comparti produttivi,  dovute al fatto che in maggior parte trovano nei mercati esteri un  importante sbocco dei loro prodotti e continuano a rappresentare, per il settore moda, un significativo punto di riferimento. E’ quindi anche grazie a questo andamento positivo che è stato possibile, negli anni, riuscire a definire contratti  aziendali di secondo livello che hanno portato benefici  economici alle lavoratrici ed ai lavoratori". Al termine del dibattito congressuale, nel corso del quale sono intervenuti delegate e delegati delle maggiori aziende calzaturiere e chimiche, si è proceduto al rinnovo degli organismi direttivi per i prossimi 4 anni ed alla conferma alla segreteria territoriale di Foschi  .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • Resta impigliato nel macchinario che lo solleva da terra: grave un operaio

Torna su
CesenaToday è in caricamento