Calzaturiero, le imprese del distretto si confrontano sulle sfide del futuro

Come può evolversi il distretto per rimanere un’eccellenza?  Sono questi gli interrogativi portati da CNA Federmoda nel progetto “Terre di lavoro, Filiera della Calzatura del Rubicone"

Il distretto calzaturiero del Rubicone, con oltre 250 imprese attive e circa 3.800 occupati, rappresenta un pilastro dell’economia locale. Un’imprenditoria diffusa, composta in modo preponderante da imprese della subfornitura, che rappresentano nell’insieme un riferimento nazionale e internazionale per la preparazione delle componenti di scarpe di lusso da donna.

Ma come può evolversi il distretto per rimanere un’eccellenza?  Sono questi gli interrogativi portati da CNA Federmoda nel progetto “Terre di lavoro, Filiera della Calzatura del Rubicone - #IOSONORUBICONE”, nella consapevolezza che una rete della subfornitura forte può attrarre e soddisfare un numero crescente di marchi, trasformandosi da semplice fornitore a partner strategico.

Il progetto è stato presentato a Villa Torlonia, a San Mauro Pascoli, in un incontro al quale hanno partecipato Roberta Alessandri, vicepresidente CNA Federmoda Nazionale; Luciana Garbuglia, sindaca di San Mauro Pascoli; Selena Pellegrini, consulente e formatrice nazionale per filiere e Made in Italy e Paolo Raggini, presidente CNA Federmoda Forlì-Cesena.

Come spiega Cna : "Il confronto si è evoluto nella volontà di rispondere agli interrogativi posti, includendo il maggior numero di imprese. Per questo e grazie alla partecipazione di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – che ha creduto fortemente nel progetto, è stato costruito un apposito programma di incontri, in cui le imprese potranno approfondire come valorizzare il territorio produttivo; (ri)generare in termini innovativi il concetto di distretto; costruire un’identità partecipata, riconosciuta e riconoscibile, quindi condivisa da tutti i partecipanti al progetto. Il confronto sarà guidato da Selena Pellegrini, consulente e formatrice di profilo internazionale, esperta e autrice di libri sul tema delle filiere del Made in Italy".

L’attività, che prevede quattro incontri il 5 novembre, il 19 novembre, il 4 dicembre e il 12 dicembre, sarà svolta nella sede di CERCAL, partner strategico e punto di riferimento per la formazione nel settore, ed è rivolta a tutti gli imprenditori del distretto che desiderano confrontarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sale il numero di positivi: nessun caso in Romagna, 19 in Emilia

  • Coronavirus, la decisione in Emilia-Romagna: asili nido, scuole e università chiuse fino al 1°marzo

  • Scuole aperte o chiuse? "Ritorno progressivo alla normalità". Decisione dopo l'incontro coi sindaci

  • Coronavirus, sale il numero dei contagi in Regione: c'è il primo caso in Romagna

  • Tragico epilogo nelle ricerche, trovato morto l'anziano scomparso a Pievesestina

  • Coronavirus, l'aggiornamento: 47 casi in Regione: a Rimini altri 2 contagi. Paziente partorisce bimbo non positivo

Torna su
CesenaToday è in caricamento