Per baristi e ristoratori svolta con i social: e così si attirano i clienti

Fipe Confcommercio ha promosso una giornata formativa che si tiene martedì col titolo "Social network e pubblico esercizio"

Da un’indagine dell’Osservatorio Confcommercio crescono esponenzialmente le attività cesenati del settore pubblici esercizi che utilizzano i social network, in particolare Facebook, come piattaforma per il marketing e passaparola digitale per informare clienti e interessati su eventi, cibi, bevande, ingredienti dei prodotti. Ma non solo fare pubblicità, bensì per entrare in contatto e mantenerlo vivo con clienti, aumentando così il raggio d’azione della proprio attività. E l'arma dei social in non pochi casi favorisce l'aumento di clientela.

"Sono tanti i bar e i ristoranti del comprensorio che hanno un profilo Facebook o utilizzano altri social - osservano i presidenti Fipe baristi Angelo Malossi e ristoratori Vincenzo Lucchi -. Il problema è come ottimizzarli e renderli performanti. Il web offre interessanti opportunità di comunicazione e visibilità anche alle imprese del settore bar e ristorazione. Vanno identificati gli strumenti che meglio si adattano alla specifica tipologia di attività, attraverso un'attenta valutazione".

Per aiutare gli imprenditori dei pubblici esercizi a entrare con efficacia negli strumenti del sito Internet e dei social network, Facebook e Instagram in particolare, Fipe Confcommercio ha promosso una giornata formativa che si tiene martedì col titolo "Social network e pubblico esercizio: come incrementare la propria visibilità per attrarre nuove clienti" nella sede Confcommercio in via Giordano Bruno, presso la sala Iscom.

"L’intervento formativo - spiega la responsabile Fipe Sara Montalti - si suddivide in due sessioni: mattina dalle 9.30 alle 11.45 e pomeridiana dalle 15 alle 17.30. Le lezioni saranno tenute da professionisti della comunicazione: social media manager, fotografi e blogger: Maicol Mercuriali, giornalista ed esperto in media marketing, Orlando Poni, fotografo e videomaker ed Elisabetta Boninsegna, giornalista e blogger nel settore alimentare. Si parlerà anche di Triadvisor per “conoscerlo e imparare a usarlo senza “subirlo”. Per informazioni e iscrizioni, ancora possibili, contattare lo 0547-639864.

"A fine novembre partirà un’altra batterie di corsi di primo e secondo livello per barman con il noto formatore Cucchi - rimarca il presidente Malossi - e abbiamo da poco tenuto un seminario formativo con Ri—Genera per presentare alla categoria di baristi e ristoratori gli strumenti per l’assistenza finanziaria ed economica. Nel Cesenate, così come l’anno scorso, anche quest’anno le nuove attività sono per lo più bar e ristoranti, ma il problema è evitare che le new entry non si radichino sul mercato e vengano espulse: il tempo medio di permanenza per chi entra è infatti cinque anni. Per questo Fipe Confcommercio ha potenziato gli strumenti formativi e consulenziali, in tutti gli ambiti,  per sostenere le imprese in ogni momento della loro attività".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impressionante salto di carreggiata per un Tir in autostrada: brividi, feriti e code in A14

  • Tragedia sfiorata in A14, scoppia il pneumatico del Tir: miracolato il camionista

  • Superenalotto, la fortuna continua a baciare Savignano. Sfiorato il colpo milionario

  • "Andiamo a mangiare qualcosa", ma la porta al mercato: la dinamica del tentato stupro

  • Per chi culla il sogno di comprare casa, la banca apre le porte col "Mutuo Day"

  • Ubriaco al volante va prendere il figlio a scuola, denuncia e ritiro della patente

Torna su
CesenaToday è in caricamento