A Cesenatico un workshop sullo sviluppo sostenibile delle attività rivolte alla pesca

Seguiranno altri incontri partecipativi nelle diverse marinerie della costa emiliano-romagnola. Le attività saranno promosse in stretta collaborazione con il Gal Delta 2000.

Venerdì il Centro Ricerche Marine di Cesenatico (Viale Vespucci, 2) ospiterà dalle 10.30 il secondo incontro del FlagCosta dell’Emilia-Romagna relativo al tema "Tendenze evolutive dello stato trofico e biologico con particolare riferimento all’abbondanza degli stock ittici". 

Lo sviluppo sostenibile delle attività rivolte alla pesca e all’acquacoltura, insieme allo stato ambientale dell’alto e medio Adriatico, deve passare attraverso un costante dialogo tra i settori della ricerca scientifica, gli operatori direttamente coinvolti e il pubblico. Dopo l’incontro del 21 novembre 2018, i lavori proseguiranno con informative sugli esiti di attività di ricerca effettuate nei vari ambiti che compongono l’ecosistema padano-adriatico, tra questi i sistemi lagunari. Si cercherà inoltre di far luce sulle questioni ancora aperte che meritano approfondimenti, questo anche al fine di definire i futuri orientamenti dei programmi di ricerca. L’obiettivo è indubbiamente ambizioso, mira ad una maggiore conoscenza dei punti di forza, di debolezza e di tenuta degli stock ittici. Presupposto fondamentale per definire pratiche sostenibili di sfruttamento garantendo in tal modo un futuro ai mestieri dedicati alla pesca e all’acquicoltura.

Daniele Mizzoli dell’Università di Parma presenterà lo stato delle conoscenze e delle non conoscenze suoi contributi antropici dei nutrienti (azoto e fosforo) afferenti all’Adriatico; il professor Adriano Sfriso dell’Università di Venezia interverrà sul tema dell’eutrofizzazione nella laguna di Venezia e sul suo attuale stato ecologico; mentre Michele Giani dell’Ogs di Trieste tratterà tematiche relative ai flussi dei nutrienti, del carbonio e della produzione primaria nell’alto Adriatico; Si affronteranno inoltre argomenti legati alle cause che hanno portato alla diminuzione degli risorse biologiche di interesse commerciale, all’attuale stato trofico e i suoi impatti e al ruolo sempre più rilevante della molluschicoltura. Seguiranno altri incontri partecipativi nelle diverse marinerie della costa emiliano-romagnola. Le attività saranno promosse in stretta collaborazione con il Gal Delta 2000.

Potrebbe interessarti

  • Borghi di Romagna: i 4 più belli

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Meduse: verità e falsi miti su come rimediare alle loro punture

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • Auto travolge un corridore: è grave. Ferito identificato dopo l'appello sui social

  • "Riportata in vita dai medici col mio bimbo in grembo", la storia di Annalisa

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • In tanti in Piazza della Libertà per Scamarcio: "Onorato di essere qui"

Torna su
CesenaToday è in caricamento