Casali (PdL): "Da cittadino del centro a consumatore all'iper"

""Le politiche del Centro Storico della Giunta Lucchi vengono al dunque, in una specie di morsa che non conosce ostacoli nel suo percorso"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Le politiche del Centro Storico della Giunta Lucchi vengono al dunque, in una specie di morsa che non conosce ostacoli nel suo percorso.  L’installazione di Icarus e la soppressione del parcheggio di Piazza della Libertà rappresentano, nell’insieme, la classica goccia che farà traboccare il vaso",  lo dice Marco Casali consigliere del PdL del quartiere centro urbano.

 

Continua: "Il concetto che si cerca da mesi di far pervenire a questa amministrazione è molto semplice: più si limita la fruibilità del centro e più aumenta la depressione delle stesso (in termini di sviluppo delle attività commerciali) con conseguente maggior degrado. Nessuno, me compreso, pensa di far circolare le auto in Piazza del Popolo, nessuno pensa di proteggere i furbetti che, impunemente, attraversano le zone a traffico limitato. Se però, per colpire questi incivili, si finisce per deprimere il nostro centro, allontanando i cittadini dallo stesso, allora dico che forse è meglio riflettere sugli effetti collaterali di queste medicine forzatamente somministrate dalla Giunta. Non si può, quando c’è una ferita in un dito, tagliare direttamente il braccio".

 

"La Giunta Lucchi forse non comprende la necessità di riequilibrare il rapporto fra i grandi centri commerciali e le piccole attività del centro. Non è forse questo un dovere della politica? Si assiste, invece, all’inesorabile applicazione di regole che hanno come effetto collaterale quello di allontanare le persone dal centro, ostacolandole, rendendogli la vita impossibile. Le persone poi, si sa, si adattano; andare in centro è diventato impossibile? non c’è problema, si può fare tutto al centro commerciale. Mantenere vive le diversità fra le offerte commerciali è invece un dovere anche morale. A me pare purtroppo che le decisioni in corso siano inclinate invece verso l’omologazione. La cosa, analizzando la genesi storico-politica dei nostri governanti cittadini, non mi perplime", conclude Marco Casali

Torna su
CesenaToday è in caricamento