Entra in casa con una scusa e stupra una 27enne: in manette

Dopo l'attività investigativa dei carabinieri della stazione di Borello, appartenenti alla compagnia di Cesena, sono scattate le manette ai polsi di un bulgaro di 30 anni

Ha approfittato della conoscenza superficiale di una sua connazionale per violentarla. Dopo l'attività investigativa dei carabinieri della stazione di Borello, appartenenti alla compagnia di Cesena, sono scattate le manette ai polsi di un bulgaro di 30 anni che l'8 luglio scorso si è reso protagonista di uno stupro avvenuto nella valle del Savio.

Quel giorno il trentenne si è presentato alla porta della connazionale, una donna di 27 anni. Grazie ad una conoscenza superficiale, dato che sono connazionali, la giovane ha aperto la porta e lui è entrato all'interno. Qui si sono consumati i pesanti abusi, prima che la vittima potesse scappare e riparare da dei conoscenti. Questi hanno portato la 27enne al pronto soccorso, dove gli esami hanno confermato lesioni e abusi. La vicenda è così passata ai carabinieri, che dopo gli accertamenti hanno ottenuto dalla Procura della Repubblica di Forlì un ordine di custodia cautelare nei confronti del trentenne. L'uomo è stato arrestato nella giornata di lunedì e portato al carcere della Rocca.

Potrebbe interessarti

  • Alla larga dalle mie piante! Come combattere gli insetti dannosi per il giardino

  • Congelare correttamente gli alimenti: buone pratiche per difendere la salute

  • Power nap: 20 minuti per ripartire alla carica

I più letti della settimana

  • Trema la terra: scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

  • Violento schianto nella notte in autostrada: due morti e tre feriti

  • Auto contro il new jersey per un colpo di sonno: muore un ventenne, gravissimo l'amico

  • Annullato il concerto di Cristiano De Andrè: "Possibile il rimborso per i residenti"

  • Auto vola fuori strada, anziana portata in ospedale in condizioni disperate

  • Tenta la truffa della banconota da 50 euro in un negozio: ma viene beccata

Torna su
CesenaToday è in caricamento