Struprò la coinquilina che aveva rifiutato l'avance: in carcere dopo 10 anni

La donna rifiutò l'avance, ma nel corso di quella stessa notte, l'uomo irruppe nella camera della sua "preda" e la violentò. Lo stupro venne immediatamente denunciato

Sono passati dieci anni, ma la giustizia, per quanto lenta arriva inesorabile. E' stato preso e portato in carcere, a Rimini, l'autore di una violenza sessuale avvenuta a Cesena nel 2006. Il fatto risale al luglio di quell'anno: un uomo, un nigeriano che oggi ha 41 anni, una sera tentò l'approccio sessuale nei confronti di una connazionale, sua coinquilina. Per ridurre le spese, infatti, diversi africani vivevano nello stesso appartamento, pur non avendo legami affettivi.

La donna rifiutò l'avance, ma nel corso di quella stessa notte, l'uomo irruppe nella camera della sua “preda” e la violentò. Lo stupro venne immediatamente denunciato e nel corso del tempo si è tenuto il lungo iter processuale che ha portato ad una condanna definitiva a 5 anni. La pena è quindi diventata definitiva e i carabinieri del Nucleo Radiomobile della compagnia di Cesena sono andati, nella giornata di mercoledì, a Mondaino, in provincia di Rimini, per eseguire un ordine di carcerazione a suo carico. Il nigeriano è stato quindi catturato e portato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

  • Trasporto pubblico locale, sciopero di 24 ore del personale di Start Romagna

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Con la mountain bike cade per 30 metri in un canalone: il Soccorso Alpino interviene con l'elicottero

  • Esce urlando dalla stazione: "Sono stato rapinato". La Polizia arresta due uomini

Torna su
CesenaToday è in caricamento