Valle della fatica o wellness valley? A pochi chilometri dal centro un'estate slow

A Rio Marano, nella vallata a destra della via Emilia, sono nati nel tempo agriturismi e società agricole che organizzano tanti eventi

Molti la chiamano la "valle della fatica" perché ci si va a correre o a camminare (è un tratto della podistica di San Giovanni); altri la vera wellness valley, perché oltre a fare sport ci si sta bene: l'estate è fresco e si possono trascorrere bellissime serate negli agriturismi.
Sì perché a Rio Marano, nella vallata a destra della via Emilia, subito dopo Case Finali, di agriturismi o società agricole che organizzano anche cene, eventi o feste, in questi anni ne sono nati moltissimi. E tutti stanno ottenendo un buon successo, tale da trasformare la valle di Rio Marano in un vero fenomeno.

A fare da apripista, in tempi non sospetti, è stata la fattoria biologica e didattica "La quiete del Rio" condotta dal 1980 dalla famiglia Amadori. Marco Amadori ha portato in giro, col trattore, intere generazioni di ragazzini facendo conoscere loro gli animali dell'azienda, gli orti, come si fa il vino, come si realizzano ottime marmellate. E' stata, e continua a essere tuttora, un ottimo punto didattico e biologico (in cui andare a fare la spesa di frutta e verdura) della vallata.

Poi è nata la fattoria didattica Terre Giunchi di Enrico Giunchi, dove il cuore della fattoria è la casa colonica che conserva il forno a legna e un piccolo museo della civiltà agricola contadina. La stessa fattoria ospita un'aula didattica al coperto.  Ma Terre Giunchi ha fatto di più. Ha dato vita a un format di grande successo, praticamente un picnic gourmet insolito tra gli ulivi, dove tutto, a partire dal paesaggio, bello al naturale, è curato con estrema attenzione ed eleganza. Nato dalla collaborazione tra Andrea Cappelletti ed Enrico Giunchi, Scamporella ha avuto subito successo. Dopo Scamporella è nato Sgardella (con i più importanti chef dell'Emilia Romagna) e ora Talvolta, dove un cuoco di un ristorante "in" della regione viene a cucinare per gli ospiti di Scamporella. Sappiate solo che per poter cenare tra il mare e la collina, nonostante i costi non siano alla portata di tutti, bisogna prenotarsi con largo anticipo.

Dallo scorso anno è nato anche "Piantiamola" che non è un gruppo facebook di protesta e nemmeno un comitato cittadino nato contro qualche decisione dell'amministrazione, ma è un evento organizzato tutti i mercoledì d'estate (dalle 19.30) da Colle del Rio Società agricola, da A Spasso (il furgoncino con specialità romagnole da passeggio, primo tra tutti il passatello) e da Ortiamo Cesena.

E' l'evento in cui la produzione locale dell'orto della Società Agricola Colle del Rio (sempre lungo la valle della fatica...) incontra ottima musica, cibo romagnolo selezionato, birra e vino a kilometro zero. Si mangia a sedere su balle di fieno, in mezzo alla natura, avvolti da un'atmosfera molto tranquilla e suggestiva, con musica dal vivo o di sottofondo, ma soprattutto rinfrescati dall'aria frizzante della collina.
Insomma a pochi chilometri dal centro storico di Cesena c'è tutta un'altra estate, un'estate slow, fatta di tramonti mozzafiato, proposte culinarie dal campo al piatto, lucciole e musica rilassante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel mondo dell'imprenditoria romagnola: si è spento il re degli arredamenti, Mario Gardini

  • Cerca l'incontro consensuale, ma trova all'improvviso la pretesa di soldi per sesso: denunciato estorsore

  • Sospetta overdose, un 41enne trovato senza vita in un casolare di campagna

  • Violento scontro tra l'utilitaria e il camion, una ferita grave sull'E45

  • Passato di mamma in figlia, il negozio chiude dopo 59 anni: "Mi dispiace per le mie clienti"

  • Dall'Olanda a Cesena per amore, dopo il bar in centro tenta il bis con il figlio

Torna su
CesenaToday è in caricamento